QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I giocatori dell'RWDM hanno dovuto voltare le spalle ai loro fan durante il discorso allucinatorio?  “Mi sarebbe piaciuto vederlo con Zlatan”.

I giocatori dell'RWDM hanno dovuto voltare le spalle ai loro fan durante il discorso allucinatorio? “Mi sarebbe piaciuto vederlo con Zlatan”.

Cosa faresti se, da calciatore, fossi sottoposto ad una invettiva di quindici minuti da parte di un tifoso? I giocatori dell'RWDM sono semplicemente rimasti in piedi, una situazione che Wesley Sunk e Gert Verheyen non hanno capito nei tempi supplementari. “Non rimarrei in silenzio né come giocatore né come allenatore”, ha detto.

Ancora più sorprendente del boicottaggio durante la partita contro l'Eupen è stato il discorso tenuto dai sostenitori dell'RWDM prima dell'allenamento finale della loro squadra.

Per quindici minuti, i giocatori e lo staff hanno dovuto sopportare una conferenza da parte di diverse figure senior del supporto locale.

“Questo discorso è stato un'allucinazione”, ha affermato Eric van Looy nei tempi supplementari. “Dai a questo ragazzo la capacità di rivolgersi ai giocatori e lui abusa completamente di quel momento. Era verbale e poi anche fisicamente aggressivo. Questa non potrà mai essere la soluzione.”

“Ho pensato che fosse davvero terribile vedere i giocatori, che ovviamente non possono o non sono autorizzati a dire nulla in cambio.”

Cosa si aspettano questi sostenitori? Questo club ha molto potenziale.

Wesley affondato

O lui?

“Non sarei rimasto in silenzio”, risponde Geert Verheyen. “Ascoltare qualcuno così per quindici minuti? Non lo faccio. Ad essere sincero, non mi sono mai seduto in uno spogliatoio dove c'è così silenzio.”

“Anche da allenatore vorrei dire qualcosa in merito. Ecco, lui (Claudio Cacappa, ndr) recupera più tardi, ma solo dopo 12 o 13 minuti”.

Wesley Sunk ha condiviso l'opinione di Verheyen: “Mi sarebbe piaciuto vederlo all'Ajax quando Zlatan Ibrahimovic era ancora con noi. ProvaloMi piacerebbe dire.”

READ  Vincent Kompany e Burnley ottengono una clamorosa vittoria nel match contro lo Sheffield: “Mi sento molto bene”

Questo contiene contenuti inseriti da un social network di cui desideri scrivere o leggere cookie (🕏). Non hai dato il permesso per questo.

Tuttavia, non è più chiaro che un giocatore o un allenatore semplicemente volti le spalle ai tifosi.

“Immagini come questa appaiono più che mai, non è vero?” dice Eric Van Looy. “Spesso vedo giocatori o allenatori avvicinarsi ai tifosi per chiedere spiegazioni”.

“Fai attenzione, ad esempio saliamo in macchina e partiamo. Poi ovviamente basta solo gridare. Perché dove finisce tutto questo?”, rispondono all'unisono Verheyen e Sönk.

Sunk: “Non capisco l'intenzione. Nessun giocatore viene in questo stadio con l'intenzione di perdere. Questo non esiste. Cosa si aspettano questi tifosi? Questo club ha molto potenziale”.

“Poi i tifosi dicono che i giocatori sono una vergogna per il club. Vorrei guardarmi allo specchio”, ha concluso Philip Goss.

Imparentato: