QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I supermercati intervengono contro gli accumulatori: vendono farina e olio limitati

I supermercati Colruyt, Okay, Jumbo e Lidl stanno limitando la vendita di alcuni prodotti. Dopotutto, la guerra sembra incoraggiare l’accaparramento. Altri rivenditori in Belgio non limitano le vendite e sostengono il buon senso.

Colruyt, la più grande catena di supermercati del Paese, ha limitato la vendita di farina e olio a due prodotti per cliente. Così il cliente può acquistare due confezioni di farina e due bottiglie di olio. Si riferisce all’olio di girasole e altri oli (olio d’oliva, olio per insalata …).

Le etichette sono state appese sugli scaffali della farina e dell’olio per informare il cliente della procedura. Questa è la prima volta dalla crisi di Corona nel 2020 che le restrizioni sono state nuovamente imposte.

Tuttavia, secondo la portavoce Hanne Poppe, le scorte sono sufficienti per soddisfare la normale domanda. “Ma il consumo non è più normale negli ultimi giorni”. Colruyt ritiene che i messaggi sugli aumenti dei prezzi e potenziali problemi di fornitura incoraggino i clienti ad accumulare scorte più del necessario.

“Limitare gli acquisti è una precauzione, per consentire ai nostri dipendenti di rifornire gli scaffali e per dare a tutti i clienti l’opportunità di effettuare un acquisto”. Questa limitazione si applica ai supermercati “Colruyt Lowest Price” e Okay, non a Bioplanet e Spar.

La catena Jumbo ha introdotto il limite di una bottiglia di olio di girasole per cliente. Delhaize segnala anche un aumento delle vendite di farina e olio di girasole. Invitiamo i clienti ad essere uniti e a non comprare troppo, ma non fissiamo quote. Il portavoce di Delhaize Roel Dekelver risponde che le restrizioni non sono un problema.

salviette igieniche

La Lidl, invece, mostra il razionamento della carta igienica e delle verdure in scatola, nonché le restrizioni sull’olio. Anche qui due confezioni sono la norma, fatta eccezione per la carta igienica. Puoi acquistarne tre confezioni.

READ  "Non è divertente": la mamma Elon Musk risponde al suo brutto tweet sulla "morte misteriosa" | Guerra ucraino-russa

Quando è scoppiata la crisi del Corona, i consumatori hanno iniziato a fare scorte di carta igienica in massa. Il sindacato dei supermercati di Como ha già avvertito che le notizie di aumenti dei prezzi e problemi di approvvigionamento causati dalla guerra potrebbero incoraggiare le persone ad accumulare.

Lanciamo un appello costruttivo per mostrare solidarietà e fare in modo che ce ne sia abbastanza per tutti e comprare così solo l’essenziale. Non c’è carenza, ma vogliamo moderare le vendite. “Abbiamo notato che la copertura della guerra è molto richiesta e vogliamo evitare una situazione come quella accaduta due anni fa”, ha detto una portavoce della Lidl.

Nessuna restrizione a Carrefour e Aldi

Carrefour non pone limiti. “Non ci sono problemi con l’offerta. Abbiamo scorte sufficienti. Lo stesso con Aldi: “Al momento non limiteremo le vendite. Notiamo l’aumento della domanda di olio di semi di girasole, farina e pasta. Ma non abbiamo problemi con le scorte.

L’Ucraina e la Russia sono tra i maggiori produttori mondiali di grano e olio di girasole. A causa della guerra c’è il timore di problemi di approvvigionamento e scarsità, che porta a enormi aumenti dei prezzi.