QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Reazioni all’accordo di uscita dal nucleare divise: da ‘risultato di 20 anni di apolitica’ a ‘rilassato e arrabbiato’

Prima La sedia verde, Meram Almasi L’accordo energetico appena concluso è un passo importante verso il cento per cento di energia rinnovabile. Dallo scoppio della guerra in Ucraina, i prezzi dell’energia sono saliti alle stelle. Accelerare le energie rinnovabili è il modo migliore per diventare indipendenti dal punto di vista energetico e ridurre strutturalmente le bollette energetiche.

Almaci è inoltre lieta che, nel contesto della sicurezza dell’approvvigionamento, il governo abbia deciso di fornire energia flessibile sufficiente sotto forma di centrali elettriche a gas entro il 2025. Almaci conclude: “La necessità di centrali elettriche flessibili a gas è il risultato di 20 anni di non conformità con la politica e la transizione energetica verso le energie rinnovabili è il risultato della nostra politica”.

Partito federale di opposizione N-VA Risponde “con sollievo e rabbia” all’accordo energetico del governo federale. Secondo lo specialista energetico Bert Wollants, è una buona idea non eliminare gradualmente le armi nucleari nel 2025, ma una proroga di 10 anni non è sufficiente, ha affermato. Secondo Wollants, era necessaria almeno una proroga di 20 anni.

Leggi anche. Accordo per eliminare gradualmente le armi nucleari: due reattori aperti e due nuove centrali a gas

Consorzio Tecnologico agoria Sottolinea che la guerra in Ucraina era necessaria, portando a una profonda crisi energetica, per illustrare quanto siano importanti le forniture energetiche, afferma il CEO Bart Stickers.

“Anche se si tratta solo di avviare negoziati, la decisione odierna offre una prospettiva sia per i consumatori che per gli investitori di energia, e quindi anche per i fornitori di tecnologie energetiche. Era necessario che l’accordo energetico contenesse anche una serie di misure a lungo termine, vale a dire accelerare la transizione energetica”, ha affermato. Bart Stickers afferma:

READ  Il CEO di Tesla Elon Musk entra nella discussione su Bitcoin (BTC) con il CEO di Twitter Jack Dorsey » Crypto Insider

Secondo Agoria, gli investimenti annunciati in energie rinnovabili, idrogeno e nucleare ridurranno significativamente l’intensità di carbonio del mix energetico del Belgio, cosa che anche le aziende trovano sempre più importante. Dopotutto, i clienti si aspettano sempre più un prodotto o un servizio climaticamente neutro. Per quanto riguarda l’energia eolica, resta da vedere come si evolverà, con particolare attenzione alle procedure di ricorso in Consiglio di Stato”.

Voca, la rete aziendale fiamminga, è soddisfatta della decisione fondamentale del governo federale di allungare di 10 anni la vita dei due reattori nucleari più piccoli del nostro Paese. Il governo federale sta prendendo la decisione giusta. Non dobbiamo dipendere da sistemi stranieri instabili per il nostro approvvigionamento energetico. Dobbiamo scegliere il mix energetico che riduca il rischio di carenza di energia. E dobbiamo ridurre significativamente le emissioni di anidride carbonica”, afferma Hans Mertens, CEO di Voka.

“Siamo lieti che il governo federale sia finalmente riuscito a raggiungere il consenso sulla politica energetica”, ha affermato Danny van Ash, amministratore delegato di UNIZO. “Questo da solo è un enorme passo avanti”.

Unizo Sottolinea che rispetto ad altri Stati membri dell’UE, le Fiandre sono ancora molto indietro nella costruzione di riscaldamento, raffreddamento e micro-griglie. Ad esempio, il numero di stazioni di ricarica per auto elettriche dovrebbe essere notevolmente aumentato.

A lungo termine, nel nostro piccolo paese non dovremmo produrre tutti noi stessi energia rinnovabile. Attraverso la rete elettrica europea, possiamo ottenere energia da luoghi in Europa dove c’è abbastanza spazio e dove la natura gioca a nostro vantaggio. Questa è energia solare a basso costo da sud e energia eolica da nord”, afferma Danny van Ash.

READ  Le autorità fiscali iniziano a identificare l'intelligenza artificiale per gli immobili esteri

Lui lei Federazione delle imprese belghe (FEB) Vuole studiare tutti i dettagli della decisione prima di rispondere in dettaglio. Ma nel mondo degli affari c’è un triplice feeling. Innanzi tutto siamo soddisfatti della decisione sull’ampliamento dei reattori nucleari. Siamo inoltre lieti delle ferme intenzioni di accelerare la transizione energetica”, afferma il CEO Peter Timmermans. Infine, FEB spera che ora ci sia anche un senso di urgenza per ottenere rapidamente i permessi necessari per gli investimenti tanto necessari per ottenere efficacemente l’energia mix del futuro.

Engyche gestisce i reattori nucleari Doel 4 e Tihange 3, studierà con il governo la fattibilità e le condizioni per l’attuazione delle soluzioni previste in questa fase.

L’operatore osserva inoltre che la decisione del governo federale di prolungare la vita di servizio dei due reattori più piccoli comporta importanti requisiti di sicurezza, regolamentazione e applicazione.

Selezionato sia per la peste che per il colera

Legame migliore ambiente E il area verde Non sono contenti dell’accordo raggiunto venerdì dal governo per mantenere aperti i reattori nucleari Doel 4 e Tihange 3 per un periodo più lungo. “Questa è un’enorme opportunità persa per riscrivere il nostro futuro energetico”, affermano le organizzazioni ambientaliste.

Per Jean Vande Butte di Greenpeace è “incomprensibile” che il governo voglia continuare a fare affidamento sul nucleare ancora per molto. “Anche in tempo di pace, le centrali nucleari rappresentano un rischio inaccettabile con conseguenze terribili, in particolare in aree densamente popolate come Doyle e Tiang”, afferma. Inoltre, un’eventuale proroga non scoraggerebbe l’aumento dei prezzi dell’energia, non migliorerebbe la sicurezza dell’approvvigionamento e difficilmente ridurrebbe il consumo di gas.

Benjamin Clarice FanBond Beter Leefmilieu considera deludente anche il resto dell’accordo. Come possiamo fingere di voler ridurre la nostra dipendenza dal petrolio russo mantenendo un sistema fiscale così vantaggioso per le auto aziendali e le carte carburante? Ci deve essere un cambio di paradigma e non lo vediamo nella decisione di oggi”.

READ  Bitcoin (BTC) corretto, Ethereum (ETH) poco meno di $ 3000, ma chi è il più grande buller oggi? Insider sulla crittografia

Movimenti di cittadini opposto E il Cessazione dell’energia nucleare Di’: “Utilizzando l’energia nucleare e il gas fossile, il governo ha scelto sia la peste che il colera”, afferma Tegengas.

Il Movimento dei Cittadini si dice determinato a non soccombere alla decisione. “Per le strade e nei tribunali, faremo tutto il possibile per bandire sia l’energia nucleare che il gas fossile dalla pattumiera della storia il prima possibile”.

Anche la cessazione dell’energia nucleare non è soddisfatta dell’accordo raggiunto. L’argomento più discusso per espandere le due centrali nucleari più piccole è la dipendenza dell’Europa dal gas russo. Tuttavia, scommettere sul nucleare non offre una soluzione”, afferma Leo Tobacs di Stop Kernenergie.