QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il Belgio esporta un volume record di elettricità

Il Belgio non ha mai esportato tanta elettricità come nel 2021. Ciò è in parte dovuto alle centrali nucleari, che hanno funzionato a pieno regime.

L’anno scorso è stato esportato il 59% in più di elettricità rispetto al 2020, secondo i dati annuali dell’operatore di rete ad alta tensione Ilya. L’uscita rappresenta 21,7 terawattora (TWh). Esportazioni nette meno importazioni – è sceso a 6,6 TWh, una cifra senza precedenti. Il consumo di energia nel nostro Paese oscilla intorno agli 80 TWh.

Le esportazioni di elettricità dal Belgio sono aumentate ormai da diversi anni. Questo ha molto a che fare con le centrali nucleari di Doel e Tihange. Nell’ultimo decennio i reattori nucleari belgi sono stati ripetutamente chiusi per lunghi periodi, con il risultato che il nostro Paese è diventato dipendente dalle importazioni di energia elettrica per coprire i consumi. Il fatto che le centrali elettriche siano state in grado di funzionare di nuovo per la maggior parte dell’anno, insieme a un continuo aumento della produzione di energia verde da eolico e solare, significa che il Belgio ha ora elettricità sufficiente.

Anche l’energia verde segna

Nel 2021, come nel 2020, molti record di energia rinnovabile sono stati battuti. Il 21 maggio il nostro Paese ha battuto il record di energia eolica e solare nel nostro Paese: la produzione assoluta dopo è stata di oltre 6,4 gigawatt.

La produzione eolica e solare è leggermente aumentata nel corso dell’anno (+2%) a 15,2 TWh, che rappresentavano il 16,7% del mix elettrico dell’anno scorso. Ciò è dovuto principalmente alla maggiore capacità dell’energia eolica onshore e dei pannelli solari. La capacità eolica offshore è rimasta stabile, poiché non è stata installata capacità aggiuntiva. Un’ulteriore espansione dei parchi eolici offshore è prevista per il 2026.

READ  ArcelorMittal attirerà un ulteriore miliardo di euro per riacquistare azioni

In termini di prezzi dell’elettricità, il 2021 è stato l’equivalente del 2020. A causa delle fermate del 2020 e dei relativi minori consumi, il prezzo dell’energia è stato il più basso degli ultimi anni. Nel 2021 i prezzi sono stati eccezionalmente alti.

Il fatto che il nostro Paese possa esportare molta energia è supportato dalla significativa espansione dei collegamenti ad alta tensione oltre confine dal 2018. Tra questi, il primo collegamento diretto con Regno Unito e Germania.