QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il capo del club De Mille sottolinea il belato di Noah Lang sui suoi doveri: “Troppo impegnato con cose marginali” |  Jupiler Pro League

Il capo del club De Mille sottolinea il belato di Noah Lang sui suoi doveri: “Troppo impegnato con cose marginali” | Jupiler Pro League

Rick De Mille dice le cose come stanno. Il tecnico del Club Brugge ha subito accennato ai punti dolenti della sua squadra dopo la sconfitta di ieri contro il Racing Genk. Noa Lang, tra l’altro – oscillava costantemente – ha rimarcato: “Gli accordi dovrebbero essere seguiti meglio”.

Prima di Eupen la sua esposizione consisteva ancora in lampi di classe, ora principalmente un lungo lamento.

Noa Lang si è distinto in maniera negativa contro il Racing Genk belando di continuo contro l’arbitro Lawrence Visser e scaricando i bagagli con un birdie tackle sul Khnos, che avrebbe potuto fargli guadagnare più di un cartellino giallo.

Inoltre, è stato l’olandese a far entrare Daniel Munoz con il decisivo gol del pareggio che ha ribaltato completamente le sorti della partita.

“Questi tipi di accordi devono essere seguiti meglio”, ha detto l’allenatore del club Rick de Mille, che ha cercato di rimettere in carreggiata la sua stella anche a metà tempo.

“Ho detto a Noa che è stato troppo impegnato con l’arbitraggio e questioni marginali. Deve imparare da questo. Guarda, Noa può giocare molto bene a calcio e talvolta trascinare la nostra squadra oltre il limite, ma nelle partite importanti devi concentrarti sui compiti sul campo.”

Avremmo dovuto essere in grado di giocare dal primo tempo per 90 minuti.

Rick de Mille

“Dopo l’intervallo è stato difficile per noi mantenere le linee vicine. La nostra qualità in entrambi i 16 metri non era abbastanza buona. Poi sai che sarà dura a Genk. Abbiamo avuto il nostro calcio dal primo tempo 90 minuti che dovrebbe essere in grado di durare.” .

A causa della sconfitta, il club sembrava in grado di segnare una serie di vittorie consecutive con il quarto titolo nazionale consecutivo. O era comunque un’utopia?

“Non pensavo fosse una sciocchezza”, ha detto de Mille. “Ma non è che tutti i nostri playoff siano andati in frantumi. Abbiamo fissato obiettivi chiari e ora ci lavoreremo passo dopo passo”.

Insieme a Jorn ho guardato le foto e Ha detto che è stato un grande momento di apprendimento per lui

Rick de Mille

Oltre a De Mil, davanti al microfono di Eleven Sports è apparso anche Jorne Spileers. Il talentuoso difensore è stato alla base del 3-1 con un raro fallo e si è preso tutte le colpe.

“Questo rimarrà nella mia testa per un po’”, ha detto senza mezzi termini. “Questa è la mia prima partita di playoff… (sospiro) ma dobbiamo andare avanti, ehi.”

Anche il suo allenatore è tornato sul palco: “Gliene ho appena parlato”, dice de Mille. “Abbiamo guardato le foto insieme e ho detto che è stato un buon momento di apprendimento per lui. Sai che errori del genere possono capitare ai giovani giocatori. Era molto preoccupato e ha subito chiesto: come posso fare diversamente in futuro? “

READ  Gala dello sport di stasera, giovedì Il gioiello dello sport fiammingo: vota adesso il vincitore | Esercitati