QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il Consiglio Ue invia una proposta per una costruzione più rapida delle reti gigabit – IT Pro – Notizie

C’è ancora molta strada da fare nel 2030, e penso che 8k diventerà più uno standard per allora (se ora puoi dire che 4k è in realtà uno standard relativo).
Solo quando l’infrastruttura sarà pronta potrai davvero iniziare a promuovere cose come il lavoro da casa.
Più tempo per i dipendenti (senza spostamenti), meno traffico, meno ingorghi, meno incidenti.
Oppure lavorare in parte da casa. Ad esempio, a casa per le prime x ore e poi in ufficio per un po’ per distribuire il traffico.

Inoltre, a quel punto, la “popolazione grigia” sarà più esperta di tecnologia rispetto all’attuale “popolazione grigia”. La casa di cura media dovrebbe certamente avere un gigabit (o più). E quando sono lì, anche il tempo di risposta è basso per i giochi… (ti tiene all’erta a questa età :+ )

Ma anche le foto, i video, ecc. diventeranno più grandi e più frequenti. Forse anche prendere lezioni di realtà virtuale e simili.
Se la velocità di accesso ai data center è sufficientemente elevata, è anche più semplice centralizzare l’archiviazione dei dati e renderli accessibili da qualsiasi luogo 24 ore su 24, 7 giorni su 7. (No, non devi, ma puoi – ovviamente il tossicodipendente medio vorrebbe avere persone e un servitore a casa)

Non vedo l’ora, anche se la mia connessione VDSL da 100 Mbit/30 Mbit è attualmente sufficiente.
Ho 4 figli e possiamo guardare tutti Netflix/YouTube/Teams contemporaneamente senza problemi. Ma in futuro???

READ  Il contenzioso OPEC+ fa precipitare il mercato petrolifero in uno stato di incertezza