QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il direttore della PAHO chiede di colmare una profonda lacuna vaccinale espandendo la produzione di vaccini – Suriname Herald

Solo il 3% della popolazione della zona è stato completamente vaccinato contro COVID-19. Meno del quattro per cento dei medicinali utilizzati durante la pandemia proviene dalla regione. Il direttore della Pan American Health Organization (OPS) afferma che la produzione di vaccini e le forniture mediche nella regione dovrebbero espandersi per ridurre la dipendenza eccessiva dalle importazioni e aumentare l’accesso ai vaccini.

Ha chiesto di colmare le “ profonde lacune ” nell’accesso ai vaccini COVID-19 in America Latina e nei Caraibi facendo meno affidamento sulle importazioni e più sulla produzione regionale ampliata di prodotti medici, compresi i vaccini. Etienne ha osservato che solo il 3% delle persone in America Latina e nei Caraibi riceve la vaccinazione completa contro COVID-19 e ha sottolineato che la mancanza di vaccini è un “ sintomo ” dell’eccessiva dipendenza della nostra regione dall’importazione di forniture mediche essenziali. Meno del 4% dei prodotti medici utilizzati nella risposta a COVID proviene dalla regione.

“Espandere la nostra capacità regionale di produrre forniture mediche strategiche – in particolare vaccini – è fondamentale, sia per la nostra gente che per la sicurezza sanitaria”, ha detto ai giornalisti durante la sua conferenza stampa settimanale.

Costruzione di blocchi di produzione di massa
Etienne ha richiamato l’attenzione sugli “elementi costitutivi” dell’industrializzazione inclusiva della regione: forti istituzioni accademiche e di ricerca, capacità di produzione e sistemi di regolamentazione e un meccanismo di approvvigionamento efficace. Ha detto che Argentina, Brasile, Cuba e Messico hanno istituito impianti di produzione di vaccini, alcuni dei quali sono stati modernizzati per produrre vaccini COVID-19.

“Dobbiamo aumentare la produzione per l’intera catena del valore del vaccino – dagli ingredienti utilizzati nei vaccini alle fiale e siringhe che ci aiutano a somministrarli – senza compromettere la qualità”, ha detto.

READ  Basso desiderio sessuale: cosa può andare storto?

Etienne ha aggiunto che la regione dovrebbe “abbracciare il potenziale delle tecnologie mRNA che supportano i vaccini Moderna e Pfizer altamente efficaci”, ma potrebbe essere utilizzato anche in altri vaccini. “L’Organizzazione Panamericana della Sanità sta lavorando a stretto contatto con l’Organizzazione Mondiale della Sanità sul centro di trasferimento tecnologico del vaccino COVID-19 mRNA”, ha detto.

carta stradale
“Il PAHO è anche in trattative con partner regionali come la Banca interamericana di sviluppo e l’Organizzazione degli Stati americani e dei suoi stati membri, per garantire che i paesi interessati ad espandere la produzione ricevano risorse e sostegno”, ha detto. Argentina, Cile e Perù sono tra i paesi che hanno già mostrato interesse.

“Affinché tutto ciò funzioni, abbiamo bisogno di una tabella di marcia, un impegno ad acquistare prodotti realizzati a livello regionale e una garanzia che i prodotti scorreranno liberamente e senza divieti di esportazione, anche durante le emergenze”, ha affermato Etienne. consegnare questi prodotti in tutta la nostra regione, proprio come abbiamo fatto negli ultimi 40 anni.

“È passato molto tempo da quando abbiamo stabilito una rete di produzione regionale costruita sui nostri punti di forza nazionali e sostenuta da impegni finanziari in corso”, ha aggiunto. “È anche la nostra migliore speranza per una soluzione sostenibile, poiché COVID non sarà l’ultimo virus a testare i nostri sistemi sanitari”.

Il PAHO ha fornito più di 12 milioni di dosi di vaccino COVAX acquistate ai paesi dell’America Latina e dei Caraibi. COVAX è l’alleanza globale per un’equa distribuzione dei vaccini COVID-19. Etienne ha detto che altre 770.000 dosi erano in viaggio verso l’America centrale e i Caraibi.

Ha anche parlato delle pesanti perdite dell’epidemia, rilevando che la scorsa settimana nella regione panamericana sono stati registrati oltre 1,2 milioni di nuovi casi di Covid-19 e circa 31mila decessi.

READ  “I medici prescrivono antipsicotici pesanti per problemi di sonno” | L'interno

Riduzione dell’infiammazione
Etienne ha affermato che mentre le infezioni da COVID-19 sono generalmente diminuite nella regione il mese scorso, i nuovi casi e i decessi erano ancora in aumento in molti paesi. In diversi paesi caraibici, tra cui Bahamas, Haiti e Trinidad e Tobago, le morti per COVID-19 sono raddoppiate nell’ultima settimana. Costa Rica, Panama e parti dell’Honduras hanno segnalato un forte aumento del numero di nuove infezioni.

Il numero degli infortuni è in aumento in Bolivia e Guyana francese, mentre le “tendenze al ribasso” si sono arrestate in Brasile nelle ultime settimane. “Nonostante il calo generale nella maggior parte dei paesi sudamericani, alcuni punti caldi in Argentina e Uruguay hanno visto il numero di casi e morti raddoppiare nell’ultima settimana”, ha detto.

Etienne ha affermato che le condizioni che circondano l’epidemia sono cambiate drasticamente negli Stati Uniti, “dove un’ampia copertura (vaccinale) ha portato a una forte riduzione di infezioni, decessi e ricoveri negli Stati Uniti”. “I progressi che stiamo vedendo negli Stati Uniti testimoniano il potere di vaccini COVID sicuri ed efficaci, ma sottolinea l’importanza vitale di accelerare l’accesso ai vaccini in tutta la nostra regione in modo che questi paesi possano immunizzare completamente le loro popolazioni”.

Ha sottolineato: “Abbiamo urgentemente bisogno di più vaccini per l’America Latina e i Caraibi, che è una regione che è stata testata a causa di questa epidemia”.