QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il marinaio australiano sopravvive a una nuotata di 17 chilometri in un mare infestato dagli squali

© AFP

Un solitario marinaio australiano caduto dalla sua barca è sopravvissuto a una nuotata di 17 chilometri. Quella nuotata è avvenuta anche in un mare pieno di squali. Senza giubbotto di salvataggio.

Shark Point: questo è il nome appropriato per la gente del posto per il tratto di mare al largo delle coste di Panama. L’ultimo posto in cui chiunque vorrebbe finire in acqua. Ma lì, mercoledì John Deere è caduto dalla sua barca. L’australiano ha venduto tutti i suoi averi nel 2019 per circumnavigare il mondo. L’avventura di una vita, ma il volo di 30 ore dalla Colombia a Panama era fuori rotta: il pilota automatico della barca era acceso e le vele erano alzate quando ha perso l’equilibrio durante la pesca ed è caduto in mare.

“Ho visto la mia barca salpare e ho pensato: ‘Ecco fatto, fermati qui, sto per morire'”, ha detto al Daily Mail Australia. “È successo così in fretta. Ho messo il piede nel posto sbagliato e all’improvviso ero completamente impotente in acqua”. Ha iniziato a urlare. Ma presto si rese conto che il nuoto era l’unica opzione nella sua vita. Un’ora dopo il sole era tramontato, ma il suo istinto di sopravvivenza gli fece nuotare tutta la notte. Si ricordò che l’appezzamento di terra più oscuro è il più vicino. Un trucco che una volta ha catturato da qualche parte.

Morsi e graffi

Sembrava che stesse facendo a malapena progressi. “Ma continuavo a ripetermi ad alta voce che mi stavo avvicinando. Avrebbe funzionato e ce l’avrei fatta”. Una volta sentì qualcosa esplodergli nel piede. Ha iniziato a colpire in tutte le direzioni e a urlare, ma ha continuato a nuotare. “Era un pesce che è venuto a mordermi. Sono pieno di morsi e graffi”.

Sollievo quando sentì che le rocce erano enormi, ma quasi scivolò. Così rimase lì per un po’, temendo di morire per una stupida caduta. Dormiva esausto, ma quando la luce funzionava faceva una bandiera. Passò una prima barca, una seconda la vide ma se ne andò, e la terza si fermò e la riportò alla civiltà. Ma il calvario non è finito qui. La polizia ha già trovato la sua barca. affondò. Ora è bloccato a Panama City con i suoi vestiti addosso, “nemmeno le pantofole”.

Sta aspettando un nuovo passaporto e i suoi amici hanno aperto una pagina GoFundMe per aiutarlo a tornare in Australia. “Ho perso tutto quello che avevo”, dice. “Devo ricominciare da capo a casa con una tabula rasa. Ma ho una storia pazzesca da raccontare”.

READ  Biden in un anno Biden: "Un anno di sfide, ma anche grandi passi avanti"