QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il “reale” Lukaku conquista le prime pagine in Italia, ma non tutti lo apprezzano allo stesso modo: “Non piace a nessuno” |  Trasferimenti

Il “reale” Lukaku conquista le prime pagine in Italia, ma non tutti lo apprezzano allo stesso modo: “Non piace a nessuno” | Trasferimenti

Romelu Lukaku (30) è stato fantastico per l’Italia. Il giorno dopo il suo grande ricevimento a Roma, ‘Big Rome’ abbellisce come un re le prime pagine dei più grandi giornali (sportivi) italiani. “Lukaku era volato dritto verso la vittoria.” Non altrettanto positivi, però, gli ex giocatori di Inter e Roma Christian Vieri e Antonio Cassano sulla mossa di Lukaku. “Quello che ha dimostrato negli ultimi due anni non è buono”.

Vedere Un caloroso benvenuto per Lukaku alla Roma

Un giornale parla di 5mila defosi rumeni, un altro di 7mila tifosi impazziti che martedì hanno accolto Lukaku all’aeroporto di Ciampino. Non importa quanti: l’Italia non può smettere di parlare dell’arrivo di Lukaku alla Roma. Corriere dello Sport Non costa nulla per la sua home page. Lukaku è raffigurato come un grande re con il titolo di “Il Re”. “7.000 tifosi per il primo abbraccio del nuovo re. Lukaku è volato dritto verso la vittoria”, scrive il giornale in copertina.

Copertina del Corriere dello Sport. ©Corriere dello Sport

Suoni simili dentro Gazzetta dello Sport. Anche il quotidiano sportivo rosa è rimasto molto colpito dall’accoglienza di Lukaku in aeroporto. “Come un re” e “Roma vola”, scrive la Gazzetta in prima pagina. Secondo i giornali, Lukaku ha optato per la maglia numero 90, come fece all’Inter la scorsa stagione, e la Roma vorrà dare il massimo per affrontare venerdì il Milan. Non per essere subito in squadra, ma per vivere per la prima volta l’atmosfera dello Stadio Olimpico. Dopotutto, porta ancora qualche chilo di troppo. Si aspettano solo che Lukaku sia in forma a Roma dopo la sosta per le nazionali.

READ  Herboren Balotelli mag zich weer melden bij Italian

Copertina della Gazzetta dello Sport.
Copertina della Gazzetta dello Sport. ©Gazzetta dello sport

Nonostante tutti gli elogi, anche nei media italiani si sentono molte voci critiche. Tenendo presente l’astio dei tifosi di Inter e Juventus nei confronti della ‘Grande Roma’. Ad esempio, l’ex attaccante della Roma ed ‘Enfant Terrible’ Antonio Cassano è scettico sull’arrivo di Lukaku. Come aveva criticato prima il Diavolo Rosso. In quel giorno Bobo TV, Christian Vieri (ex attaccante dell’Inter che ama il club) dal livestream più seguito di Corona su Twitch, i due discutono del cambiamento che tanto entusiasmo all’inizio. Vieri (soprannominato Bobo): “L’affare è stato fatto grazie a José Mourinho. Dybala va alla Roma a causa di Mourinho. Paredes va alla Roma per Mourinho. Adesso Lukaku va alla Roma a causa di Mourinho.

Se fosse Lukaku di Kante, la Roma sarebbe tra le prime quattro. Sono d’accordo. Ma c’è una grande differenza: Kante non è disponibile e Lukaku non è pronto in questa stagione

Antonio Cassano

A questo proposito Cassano, che ha segnato 39 gol con la maglia della Roma tra il 2001 e il 2006, dice: “Bobo, nessuno lo vuole. Se è Lukaku di Kante, la Roma sarà tra le prime quattro. Sono d’accordo. Ma c’è una grande differenza” “Kante non c’è e Lukaku non è pronto in questa stagione. Se sarà in forma farà la differenza in Italia. Ma quanto tempo ci vorrà perché si rimetta in forma? Spero che faccia dai 25 ai 30 gol alla Roma, ma diciamo la verità: quello che ha fatto vedere negli ultimi due anni non è buono.

READ  Campionati Europei 2023: L'Italia vince l'oro nella staffetta mista juniores, medaglia in meno per l'Olanda

L’ultima buona stagione di Lukaku risale infatti a tre anni fa, quando segnò 24 gol in Serie A e vinse lo scudetto con l’Inter. Un ritorno al Chelsea per oltre 100 milioni di euro l’anno successivo, con i ‘Blues’ che non raggiunsero la forma migliore e si fracassarono le finestre dopo un’intervista cruciale all’inizio dell’anno. La scorsa stagione è stato ceduto in prestito all’Inter, ma a causa della concorrenza in forma di Dzeko, Lukaku non si è convinto del tutto.

Girato da Bobo TV con Cassano e Vieiri.
Girato da Bobo TV con Cassano e Vieiri. ©Cacca TV

L’attore/scrittore/regista Gianfelice Facchetti è ricordato anche come figlio della leggenda dell’Inter ed ex presidente Giacinto, una voce all’interno del club. “Riportarlo indietro la scorsa stagione era già una grande scommessa. A causa dei suoi infortuni abbiamo dovuto aspettare la primavera per vedere un Lukaku migliore. Alla fine è stato comunque bravo… ‘fino a un certo punto’ – Champions League esclusa finale”, dice Facetti. .

Gianfelici Fausetti con il suo libro 'C'era una volta a San Siro'.
Gianfelici Fausetti con il suo libro ‘C’era una volta a San Siro’. ©rv

“I tifosi dell’Inter erano pronti a riabbracciarlo finché non ha avanzato richieste impossibili alla squadra riguardo ad una permanenza prolungata. ‘Che facia tosta!?’ Dove trova il coraggio?” Secondo Facetti, Lukaku avrebbe voluto esonerare Simone Inzaghi, per il quale non era più il numero 9 indiscusso. “Una follia pura, seguita dal flirt con la Juventus. Spero che non prenderemo troppo Lukaku quando tornerà al San Siro. Credo che dovremmo ignorarlo. E poi sul passaggio di Lukaku alla Roma: “Per un tifoso tradito ce n’è un altro sedotto…”

Copertina del Corriere dello Sport.  / Sciarpa Lukaku AS Roma Volo
Copertina del Corriere dello Sport. / Lukaku AS Roma Sciarpa Volo © Corriere dello Sport / Twitter Immagini Roma