QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il vice primo ministro olandese Sigrid Kaag (D66) torna a lavorare alle Nazioni Unite

Il vice primo ministro olandese Sigrid Kaag (D66) torna a lavorare alle Nazioni Unite

Nel 2013 e nel 2014, Kaag ha guidato la missione speciale delle Nazioni Unite che è riuscita a distruggere l'arsenale di armi chimiche della Siria.

Sigrid Kaag è una diplomatica esperta. In questa veste, ha vissuto e lavorato nella capitale libanese, Beirut, nella capitale austriaca, Vienna, e nella capitale sudanese, Khartoum.

Nel 2017 è diventata ministro del commercio estero e della cooperazione allo sviluppo per il partito liberale di sinistra D66. Nel 2018 è stata aggiunta la carica degli Affari Esteri. Nel 2021, come leader politica del partito D66, ha ottenuto un grande successo elettorale: con 24 seggi alla Camera dei Rappresentanti, il D66 è diventato la seconda formazione politica più grande dei Paesi Bassi, dopo il partito liberale di destra VVD del primo ministro Mark Rutte.

Dopo una formazione difficile, nel 2022 Sigrid è diventata vice primo ministro e ministro delle finanze nel nuovo governo Rutte. Ma come donna è stata oggetto di crescenti critiche, soprattutto da parte del settore agricolo. Molti agricoltori la vedevano come un avversario nella loro lotta contro normative più severe sull’azoto. Questa protesta è stata così deragliata che Kaag ha ricevuto minacce di morte. Anche il suo matrimonio con un palestinese ha suscitato risentimento.

L'estate scorsa ha annunciato il suo ritiro dalla politica. Oggi questo è diventato tangibile.

READ  NS sta studiando la possibilità di estendere leggermente i treni molto pieni all'aeroporto di Bruxelles