QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Impatto sul prezzo del Bitcoin

Impatto sul prezzo del Bitcoin

Le banche centrali di tutto il mondo hanno iniziato ad abbassare i tassi di interesse negli ultimi sei mesi, dopo averli aumentati in modo significativo nel 2022 a causa della massiccia inflazione.

Negli ultimi sei mesi abbiamo assistito a un totale di 55 tagli dei tassi di interesse in tutto il mondo. È un peccato che le due banche centrali più importanti per noi: la Banca Centrale degli Stati Uniti e la Banca Centrale Europea, non abbiano ancora iniziato il loro lavoro.

Cosa significa questo sviluppo per l’economia globale e il prezzo del Bitcoin?

🚀 La Borsa olandese celebra il prossimo mercato rialzista: tutti ricevono una criptovaluta gratuita del valore di 20 €


Il tempo cambia completamente

È chiaro che le banche centrali stanno lentamente giungendo alla conclusione di aver vinto la battaglia contro l’inflazione. Ognuno di loro sceglie di abbassare i tassi di interesse. Ora non resta che aspettare la banca centrale americana, che ha scelto di sospendere i tassi per diversi mesi, ma ci fa ancora attendere i primi tagli dei tassi.

La grande domanda ora, ovviamente, è se questo sia il momento giusto per tagliare i tassi di interesse. Ad esempio, vediamo che l’attività tra i caricatori sta aumentando in modo significativo, il che di solito non è un segnale per un taglio delle tariffe.

READ  Il perno si stacca durante l'ultimo volo spaziale commerciale della Virgin Galactic: "Nessun impatto sulla sicurezza" | La scienza e il pianeta

Considerando l'inflazione ancora elevata, è meglio aspettarsi che questo sia un segnale di un nuovo aumento dei tassi di interesse o almeno di una pausa più lunga.

Il mercato attualmente sembra scommettere su giugno come il primo momento in cui la banca centrale americana sceglierà di tagliare i tassi di interesse. Tuttavia, rispetto a ieri, la possibilità che i tassi si fermino nuovamente è aumentata dal 29,9% al 36,4%.

Il mercato sembra sempre più costretto a riconoscere che anche la banca centrale americana sceglierà di mantenere i tassi di interesse al livello in cui si trovano a giugno.

Cosa significa questo per il prezzo del Bitcoin?

Ciò significa che il prezzo del Bitcoin non riceverà alcun aiuto dal punto di vista macroeconomico per un po’. Tuttavia, sarebbe anche una brutta notizia se la banca centrale americana avesse improvvisamente fretta di tagliare i tassi di interesse.

Al momento non vi è motivo di tagliare i tassi di interesse e l’inflazione rimane molto elevata. Se c’è una tale fretta, significa che l’economia è sotto pressione e questo non va bene per il prezzo del Bitcoin.

A questo proposito, possiamo sperare che i tagli dei tassi di interesse non richiedano molto tempo e che gli ETF spot su Bitcoin continuino a fare il loro lavoro contro Bitcoin.


Visualizzazioni dei post: 1.065