QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

In ‘Truffle Hunters’, un mondo incantevole ma circondato

Devi amare un film che accredita i suoi cani prima dei suoi produttori esecutivi.

“The Truffle Hunters”, Bellissimo documentario sui vecchi italiani di Michael Duvek e Gregory Gershaw, che inseguono il cibo ei loro cani forzati, elencando le zanne con il dovuto rispetto nei titoli di coda. Beerba. Diviso. Charlie. Fiona. Nina. Titina. Yari. Questi sono alcuni dei protagonisti di “Truffle Hunters”, un film profondamente bello che delizia i nobili giardinieri del mondo dei mangiatori di cani.

Nominato agli Academy Awards per il miglior documentario, The Truffle Hunters di Sony Pictures Classics, ambientato nelle sale venerdì, è ambientato nelle giungle del Piemonte settentrionale. Duvek e Kershaw, entrambi cineasti e cacciatori di cibo – vecchi, uomini simpatici che aderiscono a un’antica e segreta tradizione – viaggiano con i loro cani mentre camminano attraverso i boschi autunnali su un tavolo dipinto, puntualmente. Entrano nel paesaggio.

Collocato dal compositore pop italiano retrò Ed Cortes, il film rivela una magia del mondo diversa. Tra i viaggi nei boschi, i cacciatori vivono umilmente in vecchie case di campagna, mentre i loro cani vanno alla ricerca di prelibatezze più costose. I nostri personaggi principali non vengono mai presentati in modo esplicito, ma siamo avvicinati al loro mondo mentre attraversavamo un portale magico. Aurelio, 84 anni, è seduto a un tavolo con la sua ragazza, Birba. Carlo, 88 anni, sembra non smetta mai di ridere, soprattutto quando passa accanto alla moglie (che crede fermamente di essere abbastanza grande per cacciare di notte) e si infila nel bosco con la sua cagnolina Titina. Il giovane Sergio dai capelli lunghi, anima calda ma passionale, fa il bagno con i suoi cuccioli – Pepe e Fiona – in una vasca piastrellata rosa. Questo è, ovviamente, un regno morbido per ogni cosa come Narnia.

READ  Il ministro italiano incontra il nuovo governo libico di Tripoli Notizie dal mondo

Ma il tentativo terrestre dei cacciatori non è così facile. Il loro modo di vivere è morire. Gli alimenti alfa bianchi rari sono difficili da trovare a causa degli effetti sul suolo associati ai cambiamenti climatici. I cacciatori sono spesso sotto pressione per i loro segreti. “Se domani succede qualcosa, la tua saggezza andrà persa”, qualcuno sollecita Aurelio. Pertanto, i loro cani rischiano di essere avvelenati dai concorrenti. Sergio, temendo di perdersi, martella i tamburi per la catarsi. Un altro cacciatore, con l’obiettivo di posare qualcosa, martellò furiosamente la sua macchina da scrivere. “I cani sono innocenti”, scrive.

I predatori – che in realtà sono più che semplici soldi per cani o qualsiasi altra cosa – come i loro amici a quattro zampe, si espandono solo quando registi innocenti in un mondo corrotto seguiranno la catena alimentare che mangia cibo. Attirando i prezzi attraverso i fari, i cacciatori sembrano sempre essere inferiori a un acquirente ben vestito. Inoltre, i ristoranti stellati Michelin e le case d’asta sono una festa per le invenzioni dei cacciatori-raccoglitori. Rimosso miglia dalle foreste fangose ​​del Piemonte, questo mondo degli affari ha perso il sapore della semplicità e dell’eternità come disinfettante, incolore della vita moderna in “The Truffle Hunters”.

Miracolo e stranezza sono tornati nella foresta. “The Truffle Hunters” – sicuramente uno dei più grandi film per cani – cambia in modo intelligente l’aspetto di un cane di volta in volta. Attraverso il gioco del cane, vediamo uno dei cani da caccia che si annoia quando scende dall’auto e corre lungo un sentiero.

La bellezza dell’apicoltura dello scorso anno “Honeyland”, “The Truffle Hunters” è un documentario metaforico di hobby agricoli che scompaiono. Gli alimenti che pesano e si nascondono nel mercato sono deliziosi. Ma le cose migliori qui non sono costose. Ciò che vale la pena salvare è la gloria naturale, il fascino della tradizione e, soprattutto, un buon cane. Quelle cose non sono deliziose, ma sono fragili.

READ  L'Italia riduce l'isolamento per i viaggiatori del Regno Unito

The Truffle Hunters PG-13, pubblicato da Sony Pictures Classics, è stato valutato dalla Motion Picture Association of America per alcune lingue. Tempo di esecuzione: 84 minuti. Quattro su quattro stelle.

___

Segui lo scrittore di film AP, Jake Goyal su Twitter: http://twitter.com/jakecoyleAP