QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Incrinarsi in un’audace immagine roguelike? “Penso che abbia bussato al tavolo per fare una dichiarazione sulla sua caduta.” | piattaforma

Alla squadra di ciclismo Jumbo-Visma non piace lasciare le cose al caso. Ogni decisione deve essere valutata attentamente. Il dito della colpa su Fred Wright (Bahrain-Victorius) per la caduta di Primus Roglic a Volta è stata una curiosa eccezione a questa strategia. Il giornalista di ciclismo Jonas Creteur e Jonas Heyerich hanno riscontrato un errore di pubbliche relazioni critico nel podcast di De Tribune.

Tappa 19 a Volta. Fred Wright (il vincitore del Bahrain) corre al secondo posto dietro al vincitore Mads Pedersen. Dopo l’arrivo, il giovane britannico è stato sorpreso dalle domande sull’incidente di Primus Roglic tre giorni prima.

Solo allora Wright è stato informato che Jumbo-Visma aveva pubblicato un comunicato stampa durante la corsa, in cui era stato accusato dell’incidente.

“La verità è che la caduta non è stata dovuta a una cattiva strada o alla mancanza di sicurezza, ma al comportamento di un pilota”, si legge nella lettera.

“Non ho occhi nella schiena, altrimenti mi sarei allungato. Wright è entrato da dietro e mi ha tolto il volante di mano prima che me ne rendessi conto”, spiega Roglic.

Il luogo per sollevare questioni specifiche sulla gara è con i commissari di percorso. Offline dopo pochi giorni.

Bahrain vittorioso

Fred Wright si difende sul posto e la sua squadra ha risposto lo stesso giorno sul loro sito web. Parlano di un incidente di gara, Questo è specifico per questo sport.

Inoltre: “Il posto per sollevare alcune questioni sulla gara è con i commissari di gara”, ha scritto il team. “Non online dopo pochi giorni. Una dichiarazione del genere crea vetriolo e odio contro un altro membro del branco”.

READ  Van den Spiegel: "Il basket 3×3 ha ancora bisogno di tempo, ma diventerà una disciplina potente a sé stante" | piattaforma

“Roglic ha bussato al tavolo”

Data l’attenzione che ha avuto Remco Evenepoel, l’incidente non ha attirato molta attenzione da parte nostra, ma nel nostro podcast De Tribune, il giornalista di ciclismo Jonas Creteur (Sport/Voetbalmagazine) e Jonas Herrick (Bahamones) sono tornati con il loro strano Jumbo-Visma strategia.

“È stato un errore di comunicazione e PR”, afferma Creator. “Non vedi in nessuna immagine che Wright abbia torto. E anche se fosse così, questa è una guerra che non puoi vincere perché non la vedi. Quindi non hai prove”.

Jonas Herrick ha anche avuto a che fare con l’accusato Fred Wright. Ecco perché Herrick ha fatto qualcosa che dice di non aver mai fatto. “Ho scritto all’addetto stampa di Jumbo-Visma per dire che la loro affermazione non ha senso”.

“È Roglic che va da una parte all’altra. Non ho sentito nessuno dire allora che Jumbo-Visma e Roglic hanno ragione”.

Dopo di che non ho sentito nessuno dire che Jumbo-Visma e Roglic hanno ragione.

Jonas Herrick

“Alla Jumbo-Visma dicono di esprimere l’opinione di Roglic, ma non è vero se metti quel testo sul tuo sito web, con i commenti del tuo direttore generale Richard Plugge”, dice Jonas Herrick.

Per una volta, il leader ha sussurrato qualcosa all’orecchio del team management invece del contrario? Secondo Herrick, sì. “Il team di Roglic e Wout van Aert di solito è intelligente nelle loro comunicazioni”.

“Ma penso che Primoz Roglic sia arrivato al tavolo come uno dei più grandi capitani della squadra e si sia assicurato di pubblicare il testo. La squadra non aveva altra scelta in questo caso”.

Guarda tu stesso le immagini della caduta di Roglic