QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Influenza aviaria rilevata in una piccola fattoria ad Assendelft | notizia

notizia | 2021-11-01 | 21:14

Ad Assendelft (Comune di Zaanstad, Provincia dell’Olanda Settentrionale) è stata diagnosticata l’influenza aviaria (H5) nelle galline ovaiole di un piccolo allevamento. È probabile che sia un tipo altamente contagioso di influenza aviaria. Per prevenire la diffusione del virus, circa 140 galline ovaiole e 50 anatre rampicanti sono state abbattute dal sito infetto. La certificazione è effettuata dalla Dutch Consumer Product and Food Safety Authority (NVWA).

Un altro allevamento di pollame si trova entro un raggio di 3 km intorno all’azienda. Questa azienda è indagata per l’influenza aviaria. Non ci sono altri allevamenti di pollame nel raggio di 10 km intorno all’allevamento interessato.

Divieto di trasferimento Assendelft

Il divieto di trasporto per gli allevamenti di pollame è stato annunciato con effetto immediato in un’area di 10 km intorno all’azienda ad Assendelft. Il divieto di trasferimento si applica a tutti i volatili, alle uova da cova e alle uova da tavola provenienti da un sito con uccelli. Il divieto si applica anche a letame di pollame, lettiera usata e altri animali e prodotti animali provenienti da allevamenti di pollame.

misure nazionali

A seguito di un’infezione da influenza aviaria in un’azienda la scorsa settimana, è stato messo in atto un impegno nazionale per la conservazione e la protezione degli animali. Questo rimarrà in pieno vigore. L’obbligo di pulizia si applica agli uccelli allevati commercialmente e portati in casa (ad eccezione di cavalieri e cavalieri). L’obbligo di screening si applica ai volatili ad alto rischio tenuti per scopi non commerciali (polli/polli, uccelli acquatici e volatili), ad esempio negli zoo, nei giardini zoologici e nei proprietari di uccelli e polli, fagiani e uccelli allevati a fini commerciali. Si dovrebbe impedire il più possibile agli uccelli di entrare in contatto con uccelli selvatici malati o con i loro escrementi. Questo può essere fatto, ad esempio, tenendo gli animali in una gabbia. Sul sito web Ulteriori informazioni possono essere trovate da NVWA sul modo migliore per farlo. È stato inoltre imposto il divieto di esporre pollame, uccelli acquatici e uccelli.

READ  I social network influenzano l'incidenza e l'incidenza del diabete di tipo 2

Gli allevatori di galline ovaiole, bestiame, polli da carne, anatre e anatre sono ancora soggetti a un obbligo di comunicazione più rigoroso. In questo contesto, gli allevatori di pollame dovrebbero segnalare prima la perdita del loro pollame alla NVWA, in modo che l’infezione da influenza aviaria si manifesti prima e riduca la possibilità di diffusione.

Traceringsunderzuk

Nell’ambito dell’inquinamento dell’azienda di Assendelft, come di consueto, è in corso un’indagine per la ricerca di contatti ad alto rischio. In queste indagini, NVWA esamina se si è verificata una “comunicazione rischiosa” tra l’azienda infetta e altri siti. Un contatto rischioso è, ad esempio, quando un visitatore si reca in un’azienda infetta e poi ne visita un’altra. Se necessario, saranno prese ulteriori misure in risposta ai risultati dell’indagine. Eventuali misure aggiuntive saranno riportate in un aggiornamento in questo comunicato stampa e tramite i canali elettronici del Dipartimento dell’agricoltura, della natura e della qualità alimentare.