QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La Borsa di Bruxelles aspetta la Fed

La Borsa di Bruxelles aspetta la Fed

(ABM FN) Martedì la Borsa di Bruxelles se la prende comoda, con una piccola perdita, in attesa della decisione sul tasso di interesse della Federal Reserve americana mercoledì sera.

Martedì alle 11 l’indice Bel20 è sceso dello 0,1% a 3.887 punti.

Il Federal Open Market Committee inizierà la sua riunione politica di due giorni più tardi oggi, che culminerà con una decisione sul tasso di interesse mercoledì sera dopo la chiusura. Si prevede che la banca centrale americana lascerà invariati i tassi di interesse.

Il gestore degli investimenti Simon Wiersma di ING ha affermato di non considerare il continuo aumento dei tassi di interesse statunitensi come un grosso problema, “finché la volatilità nel mercato dei tassi di interesse non aumenta e l’economia statunitense rimane forte”.

“Inoltre, un potenziale taglio dei tassi da parte della Fed entro la fine dell’anno potrebbe fungere da catalizzatore per spostare i 6mila miliardi di dollari attualmente ‘seduti’ nei fondi del mercato monetario”, ha aggiunto.

La domanda rimane: quanti tagli dei tassi di interesse possiamo aspettarci. Negli Stati Uniti, le aspettative sono scese a 36 punti base, rispetto ai 50 punti base della scorsa settimana. Un taglio del tasso, in altre parole, mentre 6 mesi fa il contatore era pari a 7 tagli.

La possibilità di un aumento dei tassi di interesse a settembre è nuovamente aumentata.

Secondo KBC, il calendario generale resterà tranquillo per alcuni giorni nel periodo che precede la decisione sul tasso di interesse della Fed. Tuttavia, la pubblicazione di una nuova serie di previsioni sull’inflazione per maggio potrebbe smuovere un po’ la situazione.

READ  L'inflazione ha raggiunto il picco in tutta Europa

L’EUR/USD è sceso a 1,0745.

Quelli che si alzano e quelli che cadono

Martedì UCB ha preso il comando dopo i rapporti positivi degli analisti americani. JP Morgan ha ritirato la sua raccomandazione di vendita per UCB e ha alzato il prezzo obiettivo da 70 a 150 euro. Citi ha mantenuto la sua raccomandazione d’acquisto con un prezzo obiettivo di 161 euro invece di 126 euro.

Le azioni UCB sono riuscite a guadagnare quasi il 3%.

Kepler Cheuvreux rimane l’acquirente di Ackermans & van Haaren e ha aumentato il suo obiettivo di prezzo da 178 € a 197 €. Questo aumento del prezzo indicativo ha aiutato la holding a realizzare un utile dell’1,1%.

Inoltre nella zona verde c’erano solo Argenx e Solvay.

Umicore ha dovuto cedere un altro 2,0% e le azioni KBC sono scese del 2,5%.

Bartel Puelinckx è stato eletto nuovo CFO del Gruppo KBC.

Stasera, dopo che i numeri sono arrivati ​​dopo l’orario di chiusura, il guadagno azionario di Colruyt ha raggiunto lo 0,4%. Gli analisti ritengono che Colruyt abbia soddisfatto le proprie aspettative.

Deutsche Bank inizia a seguire Azelis con una raccomandazione Hold e un prezzo obiettivo di 20,40 euro. Tuttavia, il titolo Azelis era in rosso dell’1,2%.

Il leader del BelMid è stato Deceuninck con l’1,6%. Il settore Care Property ha invece perso il 3,3% e Shurgard il 2,4%.

Fonte: Notizie finanziarie ABM

ABM Financial News è una risorsa per notizie, video e dati sul mercato azionario, sia per piattaforme e sale di negoziazione in tempo reale che per pubblicazioni multimediali online e offline. Le informazioni contenute in questo articolo non intendono fornire una consulenza professionale in materia di investimenti o una raccomandazione per effettuare investimenti particolari.