QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La Russia ha scelto una nuova tattica per colpire l’Ucraina il più duramente possibile e spezzarne lo spirito

La Russia ha scelto una nuova tattica per colpire l’Ucraina il più duramente possibile e spezzarne lo spirito

Lo spirito dell'Ucraina deve essere spezzato, e questo sembra essere il messaggio trasmesso dagli attacchi violenti senza precedenti della Russia. Usando un’enorme potenza di fuoco, mira a sovraccaricare la difesa aerea ucraina, esaurirla e distruggere il morale.

Tom Finnink

Il governo ucraino lo mette in guardia da mesi, e ora è arrivato: un nuovo inverno di terrore russo. Da venerdì scorso, un gran numero di missili da crociera, droni suicidi, missili ipersonici e missili balistici sono stati lanciati dalla copertura nuvolosa sulle città ucraine.

“I nostri osservatori non hanno mai visto così tanti obiettivi prima”, ha detto un portavoce dell'aeronautica ucraina dopo un attacco che ha ucciso almeno 39 civili.

Gli attacchi aerei sono i più violenti dai primi giorni della grande invasione di quasi due anni fa. Venerdì scorso, la Russia ha lanciato contemporaneamente 158 missili e droni contro l’Ucraina. A ciò è seguito il lancio di 134 missili e droni nella notte tra lunedì e martedì.

La Russia è intenzionata a sovraccaricare ed esaurire le difese aeree ucraine. Ciò è stato notevolmente migliorato nell’ultimo anno con i moderni sistemi occidentali. L’Ucraina afferma di lanciare la maggior parte dei missili e dei droni russi dal cielo. Ma per quanto tempo il Paese potrà continuare così, con le nuove forniture di munizioni ormai incerte?

Il secondo inverno horror russo è diverso dal primo. La guerra precedente era iniziata prima e consisteva in piccoli sbarramenti di missili e droni. Poiché l’Ucraina è priva di difese aeree, la Russia è stata in grado di infliggere gravi danni alla rete elettrica. Milioni di cittadini sono rimasti senza elettricità, riscaldamento e acqua e al freddo, sebbene l’Ucraina sia riuscita a evitare il completo collasso della rete elettrica. I tecnici sono diventati i nuovi eroi dell'Ucraina.

READ  Il Messico e la sua popolazione di 129 milioni di abitanti potrebbero avere un presidente al di fuori

Nuova tattica

Ora la Russia sta scegliendo una nuova tattica per colpire l’Ucraina così duramente da far perdere la perseveranza alla popolazione. La Russia ha impiegato mesi a costruire il suo arsenale missilistico. L’anno scorso l’industria bellica russa ha prodotto più armi che mai. I servizi di sicurezza hanno costruito una rete di rotte commerciali per importare componenti di missili di precisione e quindi aggirare le sanzioni occidentali. Le fabbriche di armi hanno ampliato il numero di trasformazioni. Le aziende non militari si sono trasformate in aziende militari, come una panetteria che ora produce droni.

L’Ucraina e l’Occidente hanno assistito all’arrivo dell’inverno. Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha avvertito alla fine di novembre che la Russia avrebbe utilizzato le sue scorte missilistiche per “mettere l’Ucraina all’oscuro”. “Non dovremmo sottovalutare la Russia”, ha detto Stoltenberg. “L’economia russa è in modalità guerra”.

La Russia può contare anche sui suoi alleati. Giovedì il governo degli Stati Uniti ha dichiarato che la Russia, ad esempio, ha ricevuto missili balistici dalla Corea del Nord e spera di ricevere presto missili dall’Iran. Venerdì e martedì scorsi i missili nordcoreani hanno colpito il territorio europeo per la prima volta nella storia.

Massicci colpi travolgono le difese antiaeree ucraine. “Lo schermo era quasi completamente rosso”, ha detto alla televisione ucraina il portavoce dell'aeronautica militare Yuri Ahnate. “Non abbiamo i mezzi per intercettare tutti i missili.”

L’esercito russo sta cercando di superare in astuzia le difese antiaeree consentendo ai missili di volare attraverso lo spazio aereo ucraino prima di dirigersi verso il loro obiettivo. Altri missili prendono deviazioni attraverso altri spazi aerei, come lo spazio aereo dell’Unione Europea: l’esercito polacco sostiene che uno dei missili russi ha volato a un’altitudine di 40 chilometri sopra la Polonia e poi ha virato verso l’Ucraina.

Attualmente, l’Ucraina è stata in grado di lanciare la maggior parte dei missili dal cielo grazie ai sistemi antiaerei occidentali, come il sistema americano Patriot, il sistema norvegese NASAMS e il sistema tedesco Iris-T. Si è dimostrato resistente anche ai gioielli della corona dell'industria missilistica russa: almeno dieci missili Kinzhal, missili ipersonici che secondo la Russia possono viaggiare fino a dieci volte la velocità del suono, secondo l'Ucraina sono stati tolti dall'aria. Un video mostra il missile Kinzhal intercettato che precipita nel fiume vicino a Kiev.

Nuove munizioni

Fondamentale per l’Ucraina è l’acquisizione di nuove munizioni per la difesa aerea. Il generale ucraino Serhiy Naev ha dichiarato giovedì che le difese aeree mobili di Kiev hanno munizioni sufficienti per i “prossimi attacchi pesanti”. “Ma nel medio e lungo termine, abbiamo bisogno dell’aiuto dei paesi occidentali per ricostituire le nostre scorte missilistiche”.

La tensione ucraina sulle forniture di armi dall’Occidente è comprensibile. A differenza dell’industria bellica russa, l’industria europea degli armamenti non è ancora in piena modalità bellica: recentemente è diventato chiaro che l’UE è lontana dal mantenere la promessa fatta all’Ucraina di un milione di proiettili di artiglieria. Gli Stati Uniti hanno annunciato il loro ultimo pacchetto di armamenti per l’Ucraina prima dell’inizio dell’anno. I nuovi aiuti richiedono l’approvazione di un Congresso diviso.

Ma la novità di quest’inverno è che l’Ucraina è diventata più capace di rispondere. Sabato scorso, un giorno dopo il primo violento attacco aereo russo, l’Ucraina ha effettuato il suo più grande attacco aereo sul territorio russo. I videoclip hanno mostrato incendi e danni nella città russa di Belgorod, nella regione di confine. La Russia ha detto che l’Ucraina ha lanciato almeno otto missili e ha ucciso 22 persone negli attacchi.

La rappresaglia ucraina non può essere paragonata in termini di portata agli attacchi russi, ma dimostra che anche l’industria degli armamenti ucraina ha fatto grandi passi avanti. La Russia ha confermato che l'Ucraina ha lanciato i suoi missili con un sistema missilistico ucraino. I governi occidentali hanno impedito a Kiev di utilizzare le armi fornite per attaccare il territorio russo. “Non importa quanti missili il nemico lancerà, noi ci alzeremo”, ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj alla vigilia di Capodanno.