QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La siccità sta facendo aumentare ulteriormente i prezzi dell’elettricità, in particolare in Francia e in Italia

Bassi livelli d’acqua sul fiume Macra nel nord Italia.Immagine di ANP/Agenzia Anadolu

I prezzi elevati dell’elettricità nelle ultime settimane sono strettamente legati alla siccità in Europa. A causa delle scarse precipitazioni in gran parte dell’Europa centrale e meridionale, l’acqua di raffreddamento è meno disponibile per le centrali nucleari ei serbatoi per l’energia idroelettrica sono meno pieni. Di conseguenza, nelle ultime settimane è stata prodotta molta meno energia nucleare rispetto a un anno fa. La Francia è particolarmente colpita. Alcune centrali nucleari funzionavano a capacità ridotta.

La produzione di elettricità da energia idroelettrica è a livelli inferiori in tutta Europa rispetto a un anno fa. L’Italia, in particolare, ha bacini idrici nelle Alpi e nelle Dolomiti, quindi attualmente può produrre molta meno elettricità. Circa il 20 percento dell’elettricità generata nel paese è solitamente ottenuta dall’energia idroelettrica. Secondo l’utility italiana Enel, una delle più grandi aziende del Paese, la sua produzione di energia idroelettrica sarà dimezzata quest’estate rispetto al 2021.

La carenza di elettricità si aggiunge al problema delle limitate forniture di gas russo, che viene in parte utilizzato per generare elettricità. I prezzi del gas sono aumentati ulteriormente nelle ultime settimane, rendendo l’elettricità a gas più costosa.

A causa della siccità, i prezzi dell’elettricità in Francia e in Italia sono più alti che in altri paesi. In Spagna, dove c’è la siccità, ci sono meno problemi perché il Paese non è stato toccato dal taglio del gas russo. Il prezzo al consumo è superiore al prezzo all’ingrosso. Oltre ai costi dell’elettricità, i consumatori pagano anche il trasporto e le tasse.

Immagine nulla