QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La sorella colombiana rapita Gloria Cecilia Narvaes liberata in Mali dopo 4,5 anni

La suora di 57 anni, membro della Congregazione francescana della Beata Vergine Maria Immacolata, aveva già dato un segno di vita a marzo scrivendo una nota al fratello tramite la Croce Rossa. Suor Narvaez ha scritto in maiuscolo “perché lo ha sempre fatto”, e nel testo fanno eco i nomi dei suoi genitori, forse per stabilire la sua identità.

Narváez è stata rapita il 7 febbraio 2017 a Karangasso, nel sud del Mali, dove lavorava come missionaria da sei anni. Il presidente ad interim del Mali, il colonnello Asimi Gueta, ha condotto ampie trattative per il suo rilascio. Ha elogiato la sorella per il suo coraggio e ha affermato che il suo rilascio è stato “il culmine degli sforzi congiunti di un certo numero di agenzie di intelligence”. Intanto Guetta salutava Narvaez tra il pubblico (guarda l’immagine).

Non sono state rilasciate ulteriori informazioni. Nemmeno se è stato pagato un riscatto. Secondo le prime segnalazioni, la donna sarebbe in buone condizioni di salute. Narvaez si recherà ora nella capitale italiana, Roma. Più di 900 persone sono state rapite in Mali dal 2017, secondo ACLED (Armed Conflict Website and Event Data).

READ  Il New Command cerca Brian Laundry, un amico da lontano...