QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’Italia ai piedi dell’allenatore di basket Johann Royjackers: ‘Fenomeno’

La storia dell’allenatore di basket di Durne Johann Royjackers è fantastica. Non ha servito nella posizione più alta nei Paesi Bassi. Adesso è l’uomo celebrato in Italia. Con una serie di vittorie, i Rockjackers hanno portato il club perdente Versace a un centrocampo a due mesi dall’ultimo posto in Serie A. “È così speciale.”

Nella città di Versailles, nel nord Italia, il 41enne Royjackers osserva quotidianamente la sua vita che cambia a causa del suo successo. “Tutti mi salutano quando sono in città. Questo accade ogni 5 minuti.

Non è affatto scontato che un allenatore olandese lavorerebbe in Italia, e il basket è grande quasi quanto il calcio. Gli è stato chiesto di lavorare a Worcester da un amico allenatore della NBA. Una volta finito con il club, i Rojjackers dovevano ancora presentarsi davanti alla scheda elettorale dell’Associazione Italiana Pallacanestro per ottenere la licenza.

La squadra comprende individui che sovrintendono alla cultura cestistica italiana. “Se pensano: non vogliamo le sue idee in Italia, non otterrai la licenza”.

Royajackers ha ricevuto una licenza a vita, quindi è stato in grado di andare a lavorare. È l’unico allenatore straniero nelle prime 16 squadre italiane. Quindi non sorprende che la selezione di Varez a metà gennaio, quando ha iniziato, lo guardasse con sospetto. “Devi metterti alla prova facendo le tue cose.”

Vares fu l’ultimo e iniziò subito a vincere le partite. Eppure i Royjacker non pensavano che stesse facendo niente di speciale. “Abbiamo reso il gioco un po’ più semplice e abbiamo iniziato a tirare molti più tre punti”.

Entro due mesi dall’aumento della fiducia, Vares stava avanzando dall’ultimo posto. Lo stato attuale ti consente di partecipare agli spareggi di campionato.

READ  Booking.com è stato accusato di appropriazione indebita di milioni di dollari di tasse in Italia

Gioco Pazzo I giornalisti di basket preferiti in Italia Chiama un allenatore esistente: Re Mida di Durne si riferisce alla figura mitica che ha trasformato in oro tutto ciò che ha toccato.

Sui social anche i tifosi italiani sono favorevoli ai Rojackers. Dopo l’ultima sorprendente vittoria, gli elogi non si sono fermati:

  • ‘Rinascita da un grande allenatore’
  • “Guida la squadra con il cervello”
  • ‘Fenomino’ (unicità)

Una parte della città di Waris è un patrimonio mondiale dell’UNESCO. Il Sacro Monte si trova su una collina e ospita tutte le chiese. “Vivo vicino alla prima chiesa. È così meraviglioso, quindi non posso lamentarmi.

Roijakkers ha iniziato come giocatore di basket ai Deurne Pioneers. In giovane età è diventato assistente allenatore a Hasselt e Mons in Belgio. È diventato campione in Slovacchia ed è diventato il sub-topper del piccolo club tedesco Kottingen. Fino al suo licenziamento nel novembre dello scorso anno, Rojjackers ha lavorato per il club leader tedesco Bamberg. In Italia si sta godendo quel momento. “Credo nel mio basket, ma ovviamente non me lo aspettavo”.