QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Lo zucchero della frutta dei succhi di frutta pronti è malsano come quello delle bibite?

Giovedì 17 febbraio 2022 – 12:44 Aggiornamento: 17 febbraio-2022 12:45

Un problema derivante dall’accumulo di grasso nel fegato

L’accumulo di grasso nel fegato è un problema emergente nella società occidentale. Si stima che dal 25 al 30% delle persone soffra di fegato grasso. È un fattore di rischio per insufficienza epatica, cancro al fegato, diabete e malattie cardiovascolari. I ricercatori dell’UMC+ di Maastricht hanno studiato la relazione tra lo zucchero della frutta (fruttosio) di diversi alimenti e il fegato grasso. Circa quattromila partecipanti al Maastricht Study, un ampio studio sulla popolazione nel Limburgo meridionale, sono stati sottoposti a una risonanza magnetica del fegato per misurare la quantità di grasso.

5 grammi di zucchero di frutta per tazza

I ricercatori di Maastricht hanno scoperto che le persone che consumavano zucchero della frutta dalle bibite analcoliche avevano più accumulo di grasso nel fegato rispetto alle persone che non bevevano bibite. Risultati simili sono stati trovati per il fruttosio derivato da succhi di frutta.

Nessuna associazione trovata per il fruttosio della frutta fresca

Le persone che consumavano cinque grammi di fruttosio dal succo di frutta al giorno, l’equivalente di un bicchiere di succo d’arancia al giorno, avevano il 4% di grasso in più nel fegato rispetto alle persone che bevevano succhi di frutta a intermittenza. Nessuna associazione del genere è stata trovata per il fruttosio del frutto.

tassa sullo zucchero

Il ricercatore capo, il professor Martin Brewers: “La maggior parte delle persone ora sa che le bevande analcoliche zuccherate non sono salutari. I nuovi piani del governo per una tassa sullo zucchero sono in linea con questo. D’altra parte, molte persone credono che un bicchiere di succo di frutta quotidiano sia salutare. ” Precedenti ricerche hanno già dimostrato che esiste un legame tra il consumo di succhi di frutta e lo sviluppo del diabete.

READ  I numeri di Corona sono stabili, ma l'istruzione sta tornando a essere una fonte di infezione

Si consiglia di limitare l’assunzione di succhi di frutta “pronti all’uso”.

La nostra ricerca ora mostra anche un’associazione con il fegato grasso. Non sappiamo se questa sia una relazione causale. Se l’associazione è causale, si raccomanda di limitare l’assunzione di succhi di frutta. E mentre la differenza del 4% nel grasso del fegato non è molto, anche omettere un bicchiere di succo di frutta, proprio come dice l’annuncio sul cambio di dieta del Centro nutrizionale, è un piccolo sforzo.