QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Margo soffre di DCM: ho detto: “Non invecchierai con me”.

Margo soffre di DCM: ho detto: “Non invecchierai con me”.

Il testo continua sotto questo post.

Anni fortunati

Dopo la diagnosi, Margo riceve un defibrillatore, una specie di pacemaker, come precauzione. Questo le permette di vivere una vita normale per molto tempo. Ma nel 2016 sono diventato sempre più stanco. “Quando tornavo a casa dal lavoro non avevo assolutamente energie per cucinare. Allora potevo solo sdraiarmi sul divano. Su consiglio del suo cardiologo, scelse di sottoporsi ad un intervento di bypass gastrico.

Margo definisce gli anni successivi all’operazione i suoi “anni fortunati”. Fa molto volontariato e fa molta attività fisica. “Ma poi ho ricominciato ad avere molti problemi. Quando salivo le scale mi sentivo molto a corto di fiato e al lavoro piangevo perché non ce la facevo più. Volevo continuare a fare tutto il possibile Potevo, ma non era possibile”. Fisicamente ero sveglio.

Jovina (17 anni) soffre di un grave difetto cardiaco e vuole diventare modella: «Le cicatrici fanno parte di me»Leggi anche

inaccettabile

Un cuore normale pompa circa il 60% del sangue che finisce nel ventricolo sinistro. A Margo la funzionalità della pompa dichiarata è solo del 25% circa. Inoltre, la sua malattia muscolare le provoca molto dolore. Di notte si sveglia tossendo e le diventa sempre più difficile camminare. “Soffro di asma, malattie cardiache, malattie muscolari e problemi alla tiroide. È un po' reattivo e questo è ciò che rende tutto difficile. “La sua casa è stata recentemente dotata di un montascale e ora usa una sedia a rotelle per lunghe distanze.

Margo finisce in congedo per malattia e ora viene completamente respinta. Ciò dà pace, ma crea anche conflitti interni: “Le persone intorno a me vogliono fare tutto per me con amore. Ma faccio fatica a lasciarmi andare. Avevo bisogno dei colloqui necessari con uno psicologo per poter fare la scelta da solo”.

READ  Sostieni 1 milione di euro per la ricerca sull'incontinenza MUMC +

Sii positivo

Margo dice che molti dei suoi giorni sembrano uguali. Si sveglia, si veste e va a fare una passeggiata con i suoi cani. “Solo una piccola parte, infatti, niente di più è possibile. Il resto della giornata rimango principalmente seduto. A lavorare all'uncinetto, nelle pause, o a disegnare. Sono sempre alla ricerca di qualcosa da fare. Nel frattempo faccio quello che posso , preferibilmente qualcosa a casa ogni giorno”. Faccio fisioterapia due volte a settimana e frequento un gruppo sportivo speciale con altri malati di cuore.

Margot con i suoi due cani. Il testo continua sotto l'immagine.Foto di Margot con i suoi due cani

Non sa come sarà il suo futuro. “La mia funzione di pompaggio non sta migliorando, ma ora è stabile.” Non ha paura della morte, ma ha paura di lasciare indietro le persone. “Sono nonna di due ragazzini. Ora sto solo cercando di creare con loro quanti più bei ricordi possibile. Perché sono nei loro cuori e sì, quindi devo prendermela con molta calma il giorno dopo . Ma posso tenerlo a mente.”

“Mi piace guardare cosa posso fare, non cosa non posso fare”, dice Margo. “Ovviamente a volte vedo persone sui social media e penso: Oh, sì, non posso più farlo. Ma nel complesso sono soddisfatto di quello che posso ancora fare. Cogli l'attimo e goditelo. Sono ancora qui , e sono felice di essere qui.”

Una miniatura del figlio di Monica (8 anni) nato con quattro difetti cardiaci: Il figlio di Monica (8 anni) è nato con quattro difetti cardiaci: “Hanno consigliato di toglierlo”Leggi anche