QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Mike (33) ha ancora la febbre Q dopo 12 anni: non se ne andrà

Mike (33) ha ancora la febbre Q dopo 12 anni: non se ne andrà

Nel 2011, Mike van den Nieuwenhove (33 anni) di Noland si ammalò di febbre Q. Ne soffre ancora. “I miei figli a volte mi chiedono se vado da qualche parte. Non voglio sempre dire che devono andare con la loro mamma. Ma se vieni con me, a volte sembro un sessantenne”, dice Mike, che si rivolge gravi lamentele di affaticamento.

Mike è il padre di due gemelli di 5 anni, ha un lavoro d’ufficio e lavora quattro giorni alla settimana. “Quando mi sono infortunato per la prima volta, potevo lavorare solo poche ore al giorno al massimo. Quindi è andata meglio, ma ci sono voluti anni. E non è ancora come dovrebbe essere per qualcuno della mia età”. Per diventare mentalmente e fisicamente più forti, segui il processo di riabilitazione.

Mike non è l’unico con lamentele persistenti, secondo una ricerca dell’Erasmus Hospital e del Q Support, specializzato nell’assistenza post-operatoria per i pazienti con febbre Q. Anni dopo l’infortunio, i pazienti presentavano 19 problemi di salute, tra cui estrema stanchezza, problemi di concentrazione e spossatezza fisica. Molti pazienti hanno smesso di funzionare.

La ricerca ha anche mostrato che gli studi, lo sport, i contatti sociali e gli hobby sono sotto forte pressione. Mike se ne rende conto. “A volte voglio incontrare i miei colleghi o amici e poi non è possibile. Devi saltare un compleanno o non puoi uscire con i tuoi figli piccoli. Vedo un futuro cupo. A volte vado a letto alle sette di sera “, contemporaneamente ai bambini. Vorrei che un giorno passasse, ma dopo tutti questi anni non c’è stata alcuna svolta in medicina “, dice Mike.

READ  Sei stato vaccinato e sei ancora infetto da Corona, il che solleva molte domande

Leggi anche:

Emma (11) è sempre stanca di febbre Q: ‘Ma il più delle volte sono felice’

Centinaia di pazienti affetti da febbre Q soffrono ancora di molti disturbi 15 anni dopo l’epidemia

Anni dopo lo scoppio, le persone muoiono ancora di febbre Q