QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Padre Naya Rivera guarda all’incidente mortale di sua figlia: “Suo figlio ricorda ancora bene quel giorno” | Famoso

FamosoGeorge Rivera, 64 anni, padre dell’attrice Naya Rivera, ha parlato in un’intervista a Entertainment Tonight della figlia defunta e del figlio Josie di 5 anni. L’uomo ha raccontato, tra l’altro, come il ragazzo affronta la morte della madre. “Se Josie ha domande su di lei, risponderemo. In un linguaggio comprensibile a un bambino di 5 anni, naturalmente”, ha detto Jorge Rivera.




Naya è annegata nel luglio 2020 dopo aver noleggiato una barca con suo figlio Josie per un viaggio sul cosiddetto Lago Perù. Poche ore dopo la loro partenza, la polizia ha ricevuto la segnalazione di un ragazzo che dormiva da solo su una barca. La piccola Josie è stata trovata sull’aereo con un giubbotto di salvataggio. Sua madre non si vedeva da nessuna parte.

Cinque giorni dopo, la polizia locale e alcuni sommozzatori hanno trovato il corpo senza vita dell’attrice “Glee” nell’acqua. Si ritiene che l’attrice sia annegata dopo aver usato tutte le sue forze per riportare a bordo suo figlio Josie. Il ragazzo è stato subito accudito dal padre, Ryan Dorsey (37), l’ex marito di Naya. L’attrice lo ha sposato nel 2014, ma hanno divorziato di nuovo quattro anni dopo. Hanno ancora un buon rapporto in modo che il loro figlio non subisca il divorzio. Dopo la sua morte, Ryan ha preso la piena custodia di Josie.

Leggi di più sotto l’immagine

Naya Rivera e suo figlio Josie © AFP

Ricordi di quel giorno

“Ryan sta facendo un ottimo lavoro, così come l’altra mia figlia Nikalaya”, ha detto a Entertainment Tonight George Rivera, il padre di Naya. “Insieme formano davvero una squadra per Josie, per dargli una vita il più normale possibile. È bello vederlo. Certo, Josie ha ricordi di quel fatidico giorno, ma grazie al loro aiuto, sta andando bene”, Rivera disse.

Secondo George, di Naya non si parla tutti i giorni, ma le conversazioni sull’attrice non vengono sicuramente evitate. “Se Josie ha domande su sua madre, le risponderemo. Naturalmente, in un linguaggio comprensibile a un bambino di 5 anni. Non facciamo riserve profonde con lui. Ma dopo il trauma che gli è successo, sta facendo molto bene».

Leggi di più sotto il post di Instagram


brutta sensazione

George ha parlato con Naya prima che si tuffasse in FaceTime. Durante la loro conversazione, l’attrice stava per dirgli che la barca che ha noleggiato non ha un’ancora. Quando ha appreso la notizia, ha subito capito che nuotare lì era una cattiva idea. “Durante la nostra videochiamata, ho visto che soffiava il vento e il mio stomaco si è immediatamente girato. Le ho detto di non saltare dalla barca perché sarebbe semplicemente galleggiata via una volta in acqua”.

Al termine della videochiamata, il padre di Naya si è sentito male quasi subito. “Mi ha fatto impazzire”, ha detto George. Purtroppo i suoi timori si sono rivelati giustificati, perché poche ore dopo la telefonata della figlia, la piccola Josie, che aveva quattro anni, è stata trovata sola sulla barca. Sua madre Naya non si vedeva da nessuna parte in quel momento.

Leggi di più in fondo al tweet


Lettera per la festa del papà

Durante la festa del papà, Jorge Rivera ha letto una lettera toccante alla sua defunta figlia. “La tua bellissima Josie è forte, sana e felice. Parla sempre di te: ‘Mamma, grazie per esserti presa cura di me’. Dormi angelo mio, la porteremo fuori di qui”, mi ha detto George emozionato .

Anche Rivera fa fatica a capire che sua figlia oggi non esiste più. “Circa un anno dopo, il dolore è ancora così intenso. A poco a poco, tutto sta tornando come prima, ma non so se riuscirò a chiudere questo capitolo. Mi manca ancora ogni giorno. “

Leggi anche:

‘Avrebbe dovuto essere licenziata’: ancora in voga comportamenti di bullismo e acconciature dell’attrice Lea Michele (+)

Il padre di Naya Rivera parla dell’ultima telefonata straziante di sua figlia: “C’è ancora un’enorme foschia di dolore”

READ  Chrissy Teigen risponde ai falsi messaggi privati ​​di Michael Costello: "Stop o questo continuerà in tribunale"