QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Piogge torrenziali, tra gli altri, fanno crollare le dighe in Grecia: persone e cani bloccati sui tetti, recuperato il quarto morto |  al di fuori

Piogge torrenziali, tra gli altri, fanno crollare le dighe in Grecia: persone e cani bloccati sui tetti, recuperato il quarto morto | al di fuori

Negli ultimi giorni in Grecia è caduta una quantità record di pioggia, provocando gravi inondazioni. La forte pioggia ha provocato scene strazianti, tra l’altro, nel comune greco di Palamas. Le strade erano allagate a causa del crollo della diga e persone e cani erano intrappolati sui tetti. Il sindaco Jorge Sacilario ha già chiamato l’esercito per chiedere aiuto. I residenti rischiano di allagare le loro case. Nel frattempo, il bilancio delle vittime dopo le forti inondazioni è salito a quattro.

Aspetto. Persone e cani sono intrappolati sui tetti a causa della forte pioggia

Le operazioni di soccorso sono ancora in corso, ma le cattive condizioni meteorologiche impediscono il decollo degli elicotteri. A Pelio, 150 persone sono rimaste intrappolate per tre giorni senza acqua, cibo ed elettricità.


L’autostrada principale è bloccata

Anche altrove i danni sono ingenti. L’autostrada principale del Paese, tra la capitale Atene e il nord di Salonicco (la seconda città della Grecia), è chiusa da mercoledì sera a causa del temporale. L’autostrada principale non è percorribile per circa 200 km. I treni non circolano più tra le due città. La polizia greca ha chiuso anche altre strade.

Aspetto. Che tempo può aspettarsi la Grecia?

READ  vivi l'ucraina. "Quasi mezzo milione di soldati morti e feriti in Ucraina" - Grande incendio in un'importante città portuale russa | al di fuori


invisibile

E nella regione montuosa greca della Magnesia, nella regione della Tessaglia, sono caduti tra i 600 e gli 800 millimetri di pioggia in 24 ore. Questo non è mai successo negli ultimi decenni, ha detto Dimitris Ziacopoulos, un meteorologo, in una conferenza stampa ad Atene. “È una situazione eccezionale”, ha aggiunto Vassilis Kikilias, ministro della Crisi climatica. “Anche l’intensità e la durata di questo fenomeno non hanno precedenti.”

Inondazioni e fango spazzano la città di Larissa, nella regione della Tessaglia.
Inondazioni e fango spazzano la città di Larissa, nella regione della Tessaglia. ©ap

La Grande Bassa Pianura della Tessaglia, il “granaio” della Grecia, è ora sommersa. Le infrastrutture sono state gravemente danneggiate: in molti villaggi e in gran parte delle città di Volos, Larissa e Karditsa non c’è né elettricità né acqua.

Evacuazioni difficili

“Non abbiamo ancora visto nulla di simile. Solo di notte siamo dovuti uscire 5.000 volte per aiutare le persone”, ha detto alla radio greca il portavoce dei vigili del fuoco Giorgos Artoboios. Molte persone sono state portate in salvo su gommoni. Quelli sono ancora intrappolati nei loro Si consiglia di visitare le case Ai piani superiori i residenti vengono sistematicamente evacuati, ma l’accesso è molto difficile, secondo i vigili del fuoco greci, e in alcuni punti l’acqua nella zona raggiunge i due metri di altezza.

READ  La pena detentiva più lunga finora per aver preso d'assalto il Campidoglio | All'estero

I vigili del fuoco salvano persone in una zona allagata a Larissa.
I vigili del fuoco salvano persone in una zona allagata a Larissa. ©Reuters

esercito

A causa della terribile situazione nelle regioni centrali devastate dalle tempeste, il primo ministro Kyriakos Mitsotakis ha ordinato lo spiegamento dell’esercito. E anche una brigata di marines di stanza vicino alla città portuale di Volos, completamente ricoperta di fango. Mitsotakis visiterà la città duramente colpita della Tessaglia questo fine settimana.

Una cellula di crisi è stata costituita a Larissa, la capitale della Tessaglia. Secondo un portavoce del governo, la priorità assoluta in questo momento è salvare le persone nella zona, che è stata quasi completamente allagata.

Un uomo è sul tetto della sua casa allagata a Volos.
Un uomo è sul tetto della sua casa allagata a Volos. ©ap

mucchio

Anche ad Atene ha piovuto tutta la notte. Le strade sono state allagate e diverse stazioni della metropolitana sono state chiuse. Tuttavia non si registrano danni gravi nella capitale. E c’è speranza: entro giovedì sera smetterà di piovere. Solo allora sarà chiaro il quadro completo dei danni subiti dalla Grecia a causa della tempesta Daniel. Potrebbe ammontare a miliardi. Sembra che i cittadini che hanno perso le loro proprietà riceveranno il sostegno dello Stato greco.

Persone che lottano contro il fango in un bar di Melina.
Persone che lottano contro il fango in un bar di Melina. ©ap

quattro morti

Secondo i dati ufficiali, finora le tempeste scoppiate in Grecia hanno ucciso quattro persone. Il corpo di un pastore è stato recuperato giovedì vicino alla città centrale di Domokos. I vigili del fuoco hanno riferito che il corpo è stato ritrovato tra le macerie.

Le altre vittime sono due uomini e una donna. I loro corpi sono stati scoperti nei pressi della città portuale di Volos nei giorni scorsi.

READ  Dove sono finiti tutti gli uomini a Mosca? "Sento che ora siamo un paese di donne"

Ponte distrutto a Cala Nera.
Ponte distrutto a Cala Nera. ©Reuters

Ci sono anche persone scomparse, ma il loro numero non è chiaro, perché molti villaggi sono tagliati fuori dal mondo esterno dall’acqua. Molte volte, le persone bloccate lì non sono in grado di effettuare telefonate perché la batteria del cellulare è scarica e non c’è alimentazione.

I paesi vicini, Turchia e Bulgaria, hanno già perso la vita nella tempesta. La regione aveva già sofferto di un’ondata di caldo.

Inondazioni a Volos, Grecia centrale.
Inondazioni a Volos, Grecia centrale. ©ANP/EPA

Lettini e ombrelloni rotti dopo l'alluvione vengono restituiti al mare a Cala Nera.
Lettini e ombrelloni rotti dopo l’alluvione vengono restituiti al mare a Cala Nera. ©Reuters

Una strada semidistrutta dalle inondazioni a Volos, nella Grecia centrale.
Una strada semidistrutta dalle inondazioni a Volos, nella Grecia centrale. ©AFP

Ciotole rotte dopo l'allagamento in un laboratorio di ceramica nel villaggio di Malakio, vicino a Volos.
Ciotole rotte dopo l’allagamento in un laboratorio di ceramica nel villaggio di Malakio, vicino a Volos. ©Reuters

Una donna osserva i danni causati dal fango ad Agria, nella Grecia centrale.
Una donna osserva i danni causati dal fango ad Agria, nella Grecia centrale. ©Reuters

Danni ad un bar nel villaggio di Nea Lefki, Grecia centrale.
Danni ad un bar nel villaggio di Nea Lefki, Grecia centrale. ©ap

Danni a Melina, Grecia centrale.
Danni a Melina, Grecia centrale. ©Reuters

A Melina le auto rimorchiate sono ammucchiate una sull'altra.
A Melina le auto rimorchiate sono ammucchiate una sull’altra. ©ap

Una donna ispeziona i danni alla sua guest house a Platanias, nella Grecia centrale.
Una donna ispeziona i danni alla sua guest house a Platanias, nella Grecia centrale. ©Reuters

Autobus mezzo sommerso a Platanias.
Autobus mezzo sommerso a Platanias. ©Reuters

Melina lotta nel fango.
Melina lotta nel fango. ©Reuters

L'auto di Milena è mezza sommersa.
L’auto di Milena è mezza sommersa. ©ap

Crollo parziale della strada nel villaggio di Ano Meria vicino a Volos.
Crollo parziale della strada nel villaggio di Ano Meria vicino a Volos. ©Reuters

Inondazioni a Larissa
Inondazioni a Larissa ©ap

Le acque dell'alluvione si mescolano con il mare ad Agria.
Le acque dell’alluvione si mescolano con il mare ad Agria. ©Reuters

Aspetto. La tempesta Daniel ha causato danni significativi in ​​Grecia