QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Più di 100 negozi a Lidl sono chiusi a causa dello sciopero del maltempo

© Boumediene Belbachir

Nella catena di negozi Lidl, mercoledì saranno chiusi più di 100 dei circa 300 negozi nel nostro Paese a seguito dello sciopero contro il carico di lavoro costantemente elevato. Lo hanno confermato i sindacati ACV Puls, BBTK e la direzione. Ci sono procedure anche in due dei cinque centri di distribuzione.

mtmFonte: belga

Nelle Fiandre, secondo Con de Bonder del sindacato cristiano ACV Puls, 75 negozi hanno chiuso. Si tratta di circa 25 negozi nella regione di Goleggem, il centro di distribuzione che rifornisce le Fiandre Occidentali e Orientali, 20 intorno a Sint-Niklaas, che servono Anversa, Fiandre Orientali e parte di Bruxelles. Nell’area intorno al centro di distribuzione di Genk, che rifornisce Kempen e Limburg, ci sono altri 25 negozi.

Ci sono anche promozioni presso i centri di distribuzione di Genk e Gullegem. La merce sta ancora entrando, ma non esce niente. “Questo è un avvertimento per la direzione”, afferma de Bonder. “Più di un terzo dei negozi sono chiusi e se la gestione non tornerà presto al tavolo, potremo continuare ad operare nei prossimi giorni”. Jan de Wij del sindacato socialista BBTK spera che l’amministrazione avanzi presto nuove proposte.

La dirigenza della Lidl si rammarica dello sciopero, perché, secondo lo stesso, sul tavolo c’era una “offerta costruttiva”.

Le azioni di mercoledì arrivano dopo una riunione di riconciliazione fallita all’inizio di questa settimana. E i sindacati affermano che la direzione non ha voluto acconsentire a una serie di richieste dei dipendenti. Ad esempio, i sindacati richiedevano che le attività dei dipendenti fossero misurate su un periodo sufficientemente lungo, ma la direzione voleva che questa misurazione fosse eseguita solo per una settimana in un numero limitato di filiali, afferma BBK. La direzione vorrebbe annullare l’aumento che è stato introdotto a 42 ore settimanali per negozio a partire da febbraio del prossimo anno. Secondo la gilda, rafforzare il cosiddetto “Flying Team” non è sufficiente.

READ  L'app di pagamento belga "verde" si affida all'hacking con Google Pay | Economia