QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Punto interrogativo nello spazio?  Perché vediamo i numeri in tutto?

Punto interrogativo nello spazio? Perché vediamo i numeri in tutto?

I ricercatori non sono sicuri di come si sia formata la forma, ma la causa più probabile è stata una collisione tra due galassie. “Ci sono centinaia di miliardi di galassie nell’universo visibile”, afferma l’astronomo Rob van den Berg dell’Osservatorio di Sonnenburg. “Si attraggono e si scontrano tra loro, e poi si deformano. La nostra galassia è composta da cinque diverse galassie che si sono scontrate l’una con l’altra”.

personaggi nell’universo

Poiché le galassie si fondono e cambiano costantemente, spesso vediamo questo tipo di forme nell’universo. “Sappiamo di bellissime immagini di galassie a spirale, o galassie a forma di nuvole di fumo, che a volte iniziano a spiraleggiare”.

Le persone spesso cercano di riconoscere schemi e forme nei sistemi di collisione. “Ad esempio, vediamo l’Orsa Maggiore in una costellazione, ma in realtà è una pura coincidenza che il sistema abbia una tale forma”.

Nessun punto interrogativo è stato individuato nello spazio prima. “Questo lo rende speciale”, afferma van den Berg. “È anche un bellissimo punto interrogativo.”

Spesso vediamo numeri nell’universo.

  • Costellazioni ben note sono il Destino e Cassiopea, che assomigliano alla lettera W.
  • Cratere di Marte a forma di faccina sorridente. C’è anche una montagna che sembra una faccia a causa dell’ombra.
  • Un “coniglio” è stato avvistato sulla luna.
  • Un cuore può essere visto su Plutone.

Fonte: ESA

Il professore di psicologia cognitiva Stefan van der Stegel afferma che questo desiderio di identificarsi con le personalità è umano. “Il nostro cervello deve elaborare molte informazioni durante il giorno. Nel mezzo ci sono molti input simili a rumori che dobbiamo classificare. Vogliamo dare un significato al mondo che ci circonda”, ha detto a Editie NL.

READ  Switch 2 significa immediatamente la fine del suo predecessore?

Pareidolia

Lo facciamo cercando schemi nelle cose che notiamo. C’è un nome per questo: pareidolia. “Possiamo vedere qualcosa in qualcosa molto rapidamente. Questo viene fatto attraverso il meccanismo di sopravvivenza che abbiamo in situazioni pericolose”, afferma Van der Stigchel. “In passato dovevi essere in grado di capire il mondo intorno a te alla velocità della luce. È una tigre? È un serpente?”

Osservando il mondo e riuscendo a identificare rapidamente qualcosa, saprai se sei in pericolo. “Puoi anche essere davvero scioccato da un tubo da giardino. E quando di recente ho camminato per la città, sono rimasto scioccato perché qualcuno era vestito da animale. Il tuo cervello inizialmente pensa che sia un vero animale.”

I nostri cervelli funzionano allo stesso modo con nuvole e costellazioni. “Il tuo cervello reagisce molto rapidamente, anche prima di sapere qual è la cosa.”

Il primo punto interrogativo nello spazio

Lo scienziato spaziale van den Berg afferma che il punto interrogativo nello spazio non ha senso. Non c’è nessun messaggio segreto dietro”.

Tuttavia, pensa che abbiamo qualcosa a che fare con questo. “Ci aiuta a capire meglio l’universo. Dobbiamo capire la forma. Ma questo richiede più ricerca.”