QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Rilasciata la sospettata per l’omicidio dell’insegnante, Sabina Nyssa

Il 38enne sospettato che è stato arrestato giovedì sera per il brutale omicidio dell’insegnante di scuola britannica Sabina Nyssa nel sud-est di Londra è stato rilasciato. Il vero colpevole è ancora latitante. Le immagini delle telecamere mostrano come la giovane donna è stata aggredita vicino a casa sua e poi portata via. Il suo corpo è stato trovato il giorno dopo in un parco.

Thierry Goman

Venerdì sera si è tenuta una veglia silenziosa nel villaggio di Kidbrooke, dove Nysa ha vissuto e insegnato, che si è presto trasformata in una protesta contro la violenza sulle donne. Perché è stato il secondo omicidio di una giovane donna in sei mesi.

Poco prima della manifestazione silenziosa, Louisa Rolfe, vice commissario della polizia metropolitana, ha annunciato che l’uomo arrestato giovedì potrebbe non avere nulla a che fare con i fatti. E che la polizia ha un nuovo sospetto nei suoi occhi.

© Polizia metropolitana

La polizia ancora non conosce il movente. Si sa ora che Sabina Nyssa è stata aggredita da uno sconosciuto nei pressi del suo appartamento venerdì sera. Nel filmato sembra che stia colpendo o accoltellando qualcosa. Poi portò la donna e andò con lei. Il suo corpo è stato trovato il giorno successivo in un parco vicino.

Leggi anche. La britannica Sabina Nyssa è stata uccisa a pochi metri da casa sua

Ma il motivo dell’attacco non è chiaro. “Sabina Nyssa è di origine mista e per questo motivo motivi razzisti non possono essere completamente esclusi”, ha detto la polizia.

Jabina Yasmin Islam, sorella di Nice, ha rilasciato una dichiarazione venerdì sera in una moschea dell’East London. “Siamo scioccati come famiglia per l’omicidio di nostra sorella / Non ci sono parole per descrivere come ci sentiamo come famiglia in questo momento”, ha detto.

“Esorto tutti a camminare per le strade affollate quando torni a casa dal lavoro, dalla scuola o dalla casa di un amico”, ha detto Jabina Yasmin.

La polizia britannica sta lavorando al caso con tutte le sue forze. Sabina Nyssa è scomparsa esattamente una settimana fa mentre incontrava un’amica in un bar, a cinque minuti a piedi dal suo appartamento. Ma non ci è arrivato.

La polizia sta chiedendo a chiunque nella zona abbia ancora i filmati delle telecamere di sicurezza di portarli alla polizia il prima possibile.

Nel frattempo, ieri sono state rilasciate anche le foto di un’auto argentata di un uomo non identificato che la polizia metropolitana crede ancora essere il colpevole. Ma l’uomo che è stato arrestato non aveva nulla a che fare con l’omicidio. L’uomo che si vede davvero nelle foto rimane il principale sospettato della polizia.

READ  Un attacco aereo israeliano dopo il lancio di un missile dalla Striscia di Gaza | all'estero