QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Sempre più improbabile in Belgio nel 2023: nessuno crede più a Spa-Francorchamps | gli sport

Formula 1Il calendario della stagione 2023 non è previsto fino alla fine dell’estate, ma si stanno facendo conoscere sempre più linee di forza. E non sta bene per Francorchamps.

Scopri come ha devastato l’esodo di agosto causato dalle piogge:

Questa è la sensazione che sopravvive nel paddock, dopo che i capi del team e CEO Stefano Domenicali hanno incontrato il proprietario della F1 Liberty Media a Montreal sabato pomeriggio in merito, tra le altre cose, alla prossima stagione. Tre cose possono gocciolare da ciò che fuoriesce in seguito. Tutte le squadre concordano sul fatto che non ci dovrebbero essere più di 24 gare nel prossimo anno. Certo è anche che il Gran Premio “sarà ulteriormente aggregato per ciascuna regione, così che nel 2023 si potranno disputare più gare in un momento diverso rispetto al suo momento classico. Ma la novità più importante è che Domenicali ipotizza 16 gare al di fuori del vecchio continente.”

In questo caso sono rimasti solo 8 posti per i circuiti europei. Silverstone, Budapest, Spagna, Imola, Zandvoort e Monza hanno un contratto per il 2023, quindi sarà sicuramente in calendario. Le trattative sono ancora in corso con Monaco, ma l’aspettativa generale è che moderi la sua posizione un po’ arrogante e soddisfi i requisiti economici e logistici di Liberty Media. E l’Austria andrebbe sicuramente bene, perché questo circuito è di proprietà della Red Bull. Ciò significa che le otto città europee sono già state occupate.

Guarda anche tu. Molti spettatori sono rimasti delusi dopo l’ultimo Gran Premio di Francorchamps, caduto letteralmente in acqua.

READ  Wouter Vandenhaute: "Le buone qualificazioni possono aiutare proprio come le finanze" | Jupiler Pro League

È chiaro che il destino di Francorchamps in questo scenario dipende da altre gare che potrebbero scomparire o essere rinviate di un altro anno. Ad esempio, il Gran Premio del Sud Africa a Kyalami deve ancora essere completato, anche il Messico è in attesa di un nuovo contratto – secondo una fonte che conosce la questione tra poche settimane – e la Cina deve prima aprire i suoi confini semichiusi a causa del Covid.

Ma anche se uno dei tre sopra viene ucciso, il Belgio dovrà rivaleggiare con la Francia. Le Castellet appare ancora sotto Francorchamps nell’ordine di transizione, ma i francesi stanno usando armi a pressione sempre più pesanti, con i politici in prima linea. In nessun altro modo, non si può spiegare l’ultimo colpo di cannone, un piano folle per organizzare un gran premio nelle strade alla moda di Nizza…

Sei un intenditore di Formula 1? gioca con Formula d’oro 1 E hai la possibilità di vincere il primo premio di 5.000 euro!


Max Verstappen festeggia anche a Montreal: l’olandese batte a malapena Carlos Sainz dopo una gara avvincente

© Foto Notizie

AP

© ANP