QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Sotto la pressione di Facebook, il governo dà la priorità alla rete elettrica – IT Pro – Notizie

Il governo olandese ha dato alla società madre di Facebook Meta una priorità per acquistare energia dall’operatore di rete Tennet per il suo data center ancora da costruire a Zeewolde. Tennet vorrebbe tenere Facebook chiuso a causa di problemi di capacità nella rete elettrica olandese.

da chi appare Documenti Rilasciato venerdì dal Ministero dell’Economia e del Clima, il risultato di a wob-Ordine di De Telegraaf. Prima di questo intervento del ministro, la cooperazione tra Tennet e Facebook, che commercia con lo pseudonimo di Tulip, era stata “difficile” a causa di un problema di capacità. Oltre alla priorità, Facebook voleva anche avere una sottostazione elettrica nelle vicinanze. Se i requisiti non vengono soddisfatti, Facebook continuerà a cercare una località in un altro Paese. “[Facebook] Ha avviato un gruppo di pressione molto attivo e ha anche contattato gli affari pubblici e la direzione dell’economia digitale per sollecitarlo urgentemente”, affermano i documenti.

L’allora ministro per gli Affari economici e il clima, membro del VVD Eric Webbes, ha inviato una lettera a Tennet lo scorso anno affermando che la creazione di Facebook nei Paesi Bassi “giustificava” che Tennet si stava “rompendo dal suo solito modo di lavorare”. “Ti chiedo di fare uno sforzo per costruire la sottostazione e connetterti [Facebook] Il prima possibile”, ha scritto anche Webbs. La priorità di Facebook significava che tutte le altre azioni dei grandi consumatori di elettricità finivano per il percorso più lungo.

In consiglio al Segretario Webs, i funzionari del suo dipartimento hanno espresso scetticismo sui piani. Oltre alle note obiezioni sulla capacità, i funzionari hanno sostenuto che la missione aggiuntiva di riduzione della CO2 sarà impegnativa, che allocare troppa energia verde sarebbe dannoso per sostenere gli investimenti futuri in energia verde e che gli obiettivi di produzione per l’energia verde sono: già lungi dall’essere raggiunto. Inoltre, i grandi consumatori di energia riceveranno uno “sconto del 90% sui prezzi”.

READ  Il terzo colpo provoca una schermata rossa nel Covid Safe Ticket

I funzionari hanno anche notato che consentire l’installazione di un data center non si adattava alla “politica spaziale” del governo, che afferma che i data center devono essere situati ai margini del paese. C’è stato anche un blocco delle vendite di terreni agricoli in quel momento, mentre il governo centrale possiede una grande porzione del terreno per il data center.

L’arrivo del data center non era ancora definitivo. Il 16 dicembre il consiglio comunale di Zeewolde deciderà se Meta può iniziare la costruzione del sito. Lo scrive il Norwegian Refugee Council.