QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Tadej Pogacar alza subito il martello nella prima tappa di montagna, Jonas Vingegaard schiaccia nella tappa finale | Parigi – Nizza 2023

Il primo estenuante traguardo della Parigi-Nizza non ha deluso. La tappa 4 è stata pianeggiante, ma i forti venti hanno causato molta tensione nel gruppo.

Un gruppo di testa di 7, tra cui Lillian Calmeghani e Pascal Einkorn, è stato inizialmente autorizzato a partire, ma dietro di loro c’era anche una gara forte. Guidato da Emirati Arabi Uniti e FDJ, il gruppo è stato diviso in due.

Si formò un gruppo di 14 passeggeri. Tadezh Pogacar, Simon Yates e David Gaudeau, tra gli altri, erano davanti. Jonas Vingaard è stato colto alla sprovvista al via, ma è riuscito a riconnettersi dopo pochi chilometri.

Ha poi lasciato che il gruppo e il gruppo di testa fossero in vantaggio di 4 minuti. Jonas Gregaard ne ha approfittato e ha raddoppiato di nuovo i punti. Domani indosserà di nuovo la camicia a pois.

Il gruppo di testa è stato raggiunto a 15 km dal traguardo, davanti allo sprint intermedio. Lì Pogacar si è mostrato per la prima volta, è diventato il terzo e ha ricevuto un bonus di due secondi.

L’ultima salita della giornata, La Loge des Gardes, doveva decidere se vincere la giornata. Vingegaard ha messo la prima marcia a 4 km dalla vetta, e solo Pogacar poteva seguirlo. Quest’ultimo ha avuto un momento per sorridere alla telecamera.

I rivali non volevano ancora uscire insieme e si sono lasciati nuovamente intrappolare. Gaudu approfittò di quel momento di disperazione e passò all’offensiva. Ha subito stabilito un vantaggio di 17 secondi.

Dietro di lui, Pogacar ha contrattaccato. Vingegaard ha cercato di proseguire e sembrava avere successo. Il danese è arrivato a pochi metri dalla ruota posteriore del rivale.

READ  L'ex judoka Heidi Rackles vuole essere la relatrice della Camera: "Il mio cuore è nello sport" | judo

Ma con una nuova accelerazione dello sloveno, Vingegaard è stato completamente coronato. Pogacar ha guidato di buon passo fino a Gaudu ei due sono entrati insieme nell’ultimo chilometro.

Nello sprint, Pogacar era leggermente più forte di Gaudu. Il francese si è lanciato negli ultimi metri e ha vinto la sua prima tappa alla Parigi-Nizza in maniera impressionante.

Lo sloveno è anche il nuovo leader in loco. Vingegaard è crollato completamente alla fine, perdendo 43 secondi.

Pogacar ha 10 secondi di vantaggio su Gaudu in classifica, mentre Vingegaard è terzo a 44 secondi.