QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Tomorrowland ottiene il permesso per tre fine settimana nel 2022 (locale)

Tomorrowland ha ricevuto un permesso dalla provincia di Anversa per organizzare un festival unico per tre fine settimana (invece di due) nel 2022. Al permesso sono state allegate una serie di condizioni, che sono derivate dalla consultazione con il quartiere. Tomorrowland è soddisfatta e dice che rispetterà i termini.

GVfonte: belga

Tomorrowland aveva ordinato a settembre tre weekend di festival nel 2022, per usare le sue stesse parole per compensare parzialmente le enormi perdite causate dalle edizioni 2020 e 2021 che sono state cancellate a causa della crisi del coronavirus. Sia la contea che le autorità comunali di Bomme e Romst hanno dichiarato di non essere riluttanti a farlo, a condizione che vengano presi buoni accordi in merito, tra l’altro, alla mobilità e all’inquinamento acustico. La dichiarazione è ora una realtà.

“Siamo, ovviamente, molto soddisfatti di questo”, afferma la portavoce di Tomorrowland Debbie Wilmson. “Ora possiamo iniziare a prepararci per tre weekend. Cadranno tutti a luglio. Lavoreremo come nelle due versioni, cioè con le dovute differenze sull’etichetta”.

Le condizioni includono la cancellazione dei nostri giri in elicottero, la chiusura anticipata della festa inaugurale di The Gathering al campeggio e accordi per mobilità, fuochi d’artificio e accessibilità. “Questi sono punti che sono emersi dalla consultazione con il quartiere”, afferma Wilmsen. “Quindi ne eravamo consapevoli e ci atterremo a quegli accordi”.

I dettagli pratici per Tomorrowland 2022 verranno rivelati presto.

Autorità municipali: “Una volta!”

I consigli comunali di Baum e Romest affermano che prenderanno atto della decisione della contea in una prima risposta. “Le due autorità locali hanno già dimostrato di comprendere l’imperativo economico che l’azienda sentiva di poter recuperare per loro”, hanno affermato i sindaci Jeroen Burt (Bahm) e Jürgen Calarts (Romst). “Quella era ovviamente solo una parte della storia, per noi era importante che l’organizzazione entrasse sostanzialmente in un dialogo con il quartiere e gli altri attori e che fossero organizzate adeguate misure di briefing”.

READ  Riaffiorano i vecchi testi di Meghan Markle: "Harry è stato vittima di continue critiche" | Proprietà

I sindaci sottolineano che la natura una tantum del problema è sancita da uno statuto e che ci sono accordi chiari su una serie di preoccupazioni dei residenti locali. “Inutile dire che noi, come governo locale, onoreremo il permesso ambientale rilasciato e garantiremo in particolare il rispetto di tutte le misure di accompagnamento promesse, in modo che questo rilascio speciale una tantum possa essere effettuato nel massimo rispetto per i nostri residenti”, afferma sembrava ancora. “Tutto questo, ovviamente, è ancora in un clima in cui la pandemia determinerà in particolare cosa è fattibile e cosa no”.