QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Un lago artificiale che impedirà ai Paesi Bassi di inondarsi a causa dell'innalzamento del livello del mare |  al di fuori

Un lago artificiale che impedirà ai Paesi Bassi di inondarsi a causa dell'innalzamento del livello del mare | al di fuori

Un lago artificiale per le isole della Zelanda e dei Paesi Bassi meridionali potrebbe far parte della soluzione per proteggere i Paesi Bassi dall’innalzamento del livello del mare. L'idea è stata proposta lunedì nel corso di una conferenza a Busum organizzata dal Ministero olandese delle Infrastrutture e della Gestione idrica.

Si tratta di un grande impianto di stoccaggio dell'acqua offshore in cui il livello rimane strutturalmente inferiore al livello del mare stesso. “I grandi fiumi possono sempre scorrere liberamente negli impianti di stoccaggio”, afferma Alex Heckman della società di ingegneria olandese Sweco, per conto del consorzio Zeekomst. Pertanto, livelli eccessivi dell’acqua nei fiumi non rappresentano alcuna minaccia per le aree popolate.

L'acqua del lago artificiale potrà poi essere pompata in mare. Un lago artificiale di questo tipo dovrebbe essere accompagnato da più dune di sabbia e argini lungo la costa olandese. Hickman dice che questo è tecnicamente possibile. Ma la costruzione di ulteriori dune sta avendo un impatto sulle località balneari olandesi. “Puoi quindi visitare la ruota panoramica di Scheveningen dalle dune, anziché dal molo.”

Scenari futuri

Tre scenari esaminati per il programma di conoscenza sull’innalzamento del livello del mare mostrano che i Paesi Bassi dovrebbero essere in grado di far fronte a un innalzamento del livello del mare di almeno cinque metri. Questa è francamente una buona notizia. “Non dobbiamo sentirci con le spalle al muro”, conclude Stefan van der Bizen, dello studio di ingegneria olandese Witteveen & Bos.

Lo scorso novembre era stato annunciato che i Paesi Bassi non avrebbero dovuto allagarsi se il livello del mare fosse salito di tre metri. Dopo i calcoli effettuati da tre diverse associazioni, possiamo sentirci più tranquilli riguardo alla sicurezza e alla qualità della vita nei Paesi Bassi. Nello scenario climatico più estremo del KNMI olandese, l’altezza dell’acqua raggiunge i tre metri subito dopo il 2100. In un altro scenario, nel 2300 non raggiungerebbero nemmeno i tre metri.

READ  'mostrati!' La difficoltà di Bitcoin potrebbe raggiungere un livello record questa settimana

Viviamo in una vasca da bagno

Co Verdas, commissario Delta nei Paesi Bassi

C’è un avvertimento su questa notizia positiva. Perché le misure che i Paesi Bassi devono adottare per resistere a un innalzamento del livello del mare di due metri o più hanno importanti implicazioni sul modo in cui viene utilizzato lo spazio dietro le dighe e le dune. “Viviamo in una vasca da bagno”, afferma il commissario della Delta, contea di Verdas. “Ma se è possibile ovunque, se funzionerà ovunque, è nel nostro Delta. Lo facciamo da secoli e abbiamo le risorse, le competenze e l'ambizione.”

Oltre al Seaward Consortium, a Possum sono state presentate anche soluzioni che si concentrano sul muoversi con il mare e sulla protezione puramente tecnica di ciò che già hanno. Lot Locher, dello studio di architettura olandese One Architecture, ha affermato a nome del consorzio Meebewegen che i Paesi Bassi dovrebbero anche prendere in considerazione la costruzione di più case nelle parti più alte del paese.

Aspetto. Anche il livello del mare aumenta sempre più velocemente: “Senza misure, un giorno le Fiandre non esisterebbero”.