QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

AMD introduce una nuova convenzione di denominazione per i processori Epyc

AMD introduce una nuova logica nei nomi dei suoi chip per data center. Ciò consente di fare alcune importanti ipotesi basate sul numero del tipo.

AMD avanza Evento di lancio di Epyc 9004 Nuovo schema di denominazione per i processori di data center. Questo approccio è molto simile alla nuova convenzione di denominazione Ryzen che AMD ha rivelato a settembre.

Epyc è ovviamente il nome di famiglia del prodotto. Ciò indica che stiamo parlando del data center o dei chip HPC. Successivamente, il processore AMD Epyc ha un nome a quattro cifre e una lettera opzionale, come Epyc 9554P.

Mille e cento

La prima o la millesima cifra indica la gamma di prodotti. In questo caso, è un 9. La serie 9000 è il nome della più recente linea di CPU per data center di AMD. Nota: AMD è completamente arbitraria con questo numero. Ad esempio, la precedente generazione di Epyc ha guadagnato 7000 su mille. Epyc 8000 non trovato.

Il centinaio (5 nel nostro esempio) indica il numero di core del chip. Il numero non rappresenta direttamente il numero di core, ma corrisponde al numero di core all’interno di un determinato intervallo. Per Epyc 9000 è così: 0 significa otto core, 1 significa sedici, 2 significa 24, 3 è 32, 4 significa 48, 6 significa 64 e infine 6 significa 84 o 96. Disordine? sì.

dozzina

a dieci (di nuovo 5 nel nostro esempio). Ancora una volta, questo è un numero molto arbitrario che indica come si comporta il chip rispetto ad altri chip con lo stesso numero di core all’interno della stessa famiglia. Più alto è meglio.

READ  OnePlus Nord 2 Pac-Man Edition: Glow in the Dark Nostalgia

Leggi anche

AMD lancia i chip per data center di quarta generazione: Epyc 9004 Genova

L’ultima cifra è semplice e logica: indica la generazione. Tutti i chip che AMD ha lanciato al suo evento sono della quarta generazione di Epyc, quindi finiscono tutti con quattro. AMD a volte osa diventare creativo con generazioni di uscite in serie. Ad esempio, la serie 7000 ha chipset di 2a e 3a generazione.

P, S o nessuno

Il numero del tipo a volte termina con un numero. Può essere una P o F. F indica che il chip è ottimizzato per il numero massimo di core e thread. La lettera F sta per performance per core. Qui la bilancia pesa per un minor numero di core ma frequenze di clock più elevate. Ciò si applica nuovamente ogni volta all’interno di un sottosettore della catena. Le fiches senza lettere sono bilanciate e costituiscono la maggior parte del portafoglio.

Abbiamo finito. Quindi c’è una logica dietro questa forma, anche se non la chiameremmo nemmeno eccezionalmente semplice. Durante l’evento ci è stato regalato un giradischi con il quale abbiamo potuto decodificare velocemente i numeri di tipo: non c’è lusso superfluo.