QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Anche i ciclisti AG2R inizialmente erano diffidenti nei confronti delle bici Decathlon: “Ma sono sorpreso”, dice Oliver Niessen |  Ciclismo

Anche i ciclisti AG2R inizialmente erano diffidenti nei confronti delle bici Decathlon: “Ma sono sorpreso”, dice Oliver Niessen | Ciclismo

AG2R ha annunciato ieri che nei prossimi anni correrà con il marchio di biciclette da corsa di Decathlon: Van Rysel. Ha suscitato stupore tra molti appassionati di ciclismo. “Ma non ho ancora ricevuto un solo commento negativo”, dice il capo squadra Vincent Lavino. “I ciclisti pensano che la bici sia bella.”

“Quando si va in bici Decathlon, si pensa subito alle bici per ciclisti principianti. All’inizio questa era anche una preoccupazione per alcuni ciclisti.”

Stan DeWolf e i suoi compagni di squadra Decathlon-AG2R La Mondiale sono stati bombardati di domande sulla loro nuova macchina ieri allo show della squadra.

La squadra francese ha sostituito la sua bici BMC con una bici da corsa professionale di Decathlon: la Van Rysel. Bici Decathlon nel WorldTour?

“È logico che la gente sia un po’ turbata”, dice il nuovo arrivato Sander de Pestel. “Decathlon non ha la reputazione di offrire biciclette per ciclisti professionisti.”

Ma presto lo stesso De Pestel si lasciò convincere dal suo futuro collega.

Oliver Niesen è stato il primo a scrivermi della moto, scrivendo: “Rimarrai sorpreso, amico mio. Non saprai cosa otterrai.”

I corridori sono rimasti impressionati

Decathlon non ha risparmiato gli sforzi per sviluppare una bici professionale in grado di competere a livello WorldTour.

“Hanno acquistato diverse marche di biciclette e le hanno confrontate tra loro per vedere cosa c’era di buono e di cattivo nelle diverse biciclette”, spiega De Pestel. “Ci stanno lavorando da 3 anni.”

In collaborazione con il Centro francese di ricerca spaziale, la bicicletta è stata sottoposta a tutti i tipi di test nella galleria del vento.

“Hanno cercato di risparmiare peso ovunque. La rigidità della bici è di prim’ordine e i materiali sono di prim’ordine.”

Oliver Niessen mi ha detto che era la migliore bici che avesse mai guidato.

Dries de Bondt sulla Van Rijssel, la bici da corsa di Decathlon

Solo elogi e incensi per la bici da corsa Decathlon. La stessa voce la sentiamo dal presidente della squadra Vincent Lavino.

“Non ho ancora ricevuto un solo commento negativo. Ogni volta che lasciamo provare la moto a un pilota, la prima reazione è: ‘Incredibile, incredibile'”, afferma con orgoglio il capo della squadra.

“La bici è tra le prime tre in tutti i test”, aggiunge il nuovo arrivato Dries de Bondt. “Oliver Nison mi ha detto che era la migliore bici che avesse mai guidato.”

Interpretazione visiva di Oliver Niesen

Oliver Naison era una delle cavie con Stan DeWolf.

“Durante le trattative contrattuali ho avuto la fortuna di testare la moto la scorsa stagione.”

“Sono rimasto stupito, proprio come gli altri piloti che hanno provato la moto”, racconta a bocca aperta l’ex campione belga.

Cosa rende così eccezionale una bici da corsa Decathlon?

“Rispetto alla bici BMC (la bici AG2R che ho guidato negli anni precedenti), la bici Van Rysel è molto più leggera e reattiva.”

“Onestamente: non devi lottare per far andare la moto. È una moto davvero veloce”, conclude entusiasta Naissen.

READ  Lewis Hamilton e Serena Williams diventeranno presto proprietari del Chelsea? † Premier League