QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Chiedi a Rika: “Mio marito ha perso la gioia di vivere da quando se n'è andato. Come posso renderlo felice?”  |  sta leggendo

Chiedi a Rika: “Mio marito ha perso la gioia di vivere da quando se n'è andato. Come posso renderlo felice?” | sta leggendo

La domanda di Tanya: come posso rendere di nuovo felice mio marito dopo aver lasciato l'ospedale?

Il marito di Tania (54 anni) non è più stato se stesso da quando è stato dimesso dall'ospedale.

“Mio marito (57 anni) ha divorziato due anni fa. Lo amo, ma il suo entusiasmo per la vita è completamente scomparso. Non vuole mai andare da nessuna parte, sta sempre a casa. Di solito passa le sue giornate nella stanza degli ospiti a giocare con la sua modella treni.

“Lavoro ancora part-time, quindi esco comunque. Come posso riportarlo in vita?”

La risposta di Rekha Bonnet: “Tuo marito è in lutto, dagli tempo”.

“Spesso si vede la separazione come causa di una forma di profonda tristezza”, risponde Rika Bonet. “Soprattutto tra gli uomini di questa generazione. La loro identità risiede più nel ruolo nella sfera pubblica. Questo è più diviso tra le donne: le donne ottengono una maggiore identità dal loro ruolo di moglie o di madre.

“Questa storia parla della perdita dell'identità. Non conti più, non appartieni più. Forse il marito di Tanya si rifugia in qualcosa che gli dà conforto, e non penso che sia una brutta cosa, perché puoi scappare anche in altre cose. “

“Lo si vede anche nei bambini: quando ci sono tensioni o difficoltà a casa, i bambini spesso scappano per giocare. I treni porteranno anche un senso di mistero al marito di Tanya. Costruire un treno del genere gli dà anche un senso di competenza.

“Rispetta la sua velocità.”

“La separazione colpisce sempre una famiglia o una coppia. Tanya non dice nulla al riguardo, ma spesso c'è un grosso intoppo finanziario. Non riconosce più suo marito e lo rivuole com'era.”

READ  George Clooney e Brad Pitt stanno rallentando nei Fantastici Quattro?

“Ciò che spesso vediamo in questo processo di elaborazione del lutto è che le persone vogliono risolvere la sofferenza degli altri. Quindi è molto difficile vedere la sofferenza di qualcuno vicino a noi.”

Tuttavia, Rika non pensa che sia una buona idea che Tanya insista per portarlo fuori di casa. “Ciò non aiuterà. Rispetta il suo tempo e la sua velocità, perché anche questo gli dà la sensazione di essere apprezzato.”

“Lo stesso vale per la morte. Le persone spesso sottolineano che gli altri vogliono sempre risolvere i problemi, piuttosto che limitarsi ad ascoltare o essere presenti.

Cosa dovrebbe fare il marito di Tanya?

Forse il marito di Tanya potrebbe assumere un ruolo di volontario e costruire una nuova identità? “È del tutto possibile. Ma non aspettartelo troppo in fretta e non riempirlo nemmeno. “

“Lo vedi anche con la pensione. Le persone cercano un significato e si chiedono cosa faranno in tutto questo tempo. Poi si lasciano prendere dal panico e fanno di tutto, e scoprono che questa non è la loro cosa. Ciò significa spesso accettare che questo è il momento di salutarci. Ci vuole tempo e basta.”

“Quando quel tempo sarà scaduto, verrà creato un nuovo spazio e in quel momento vedrai cosa funziona per te e cosa è ancora possibile.”