QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Chiesa Templare del XIII secolo a San Bevignet, vicino a Perugia

A Perugia, a 3 km dal centro storico, si trova la chiesa di San Bevignet, importante testimonianza della presenza dei templi in Umbria. I Templari furono uno dei primi e più famosi ordini civici cristiani del Medioevo. Lo sviluppo del Templar Zee a Perugia iniziò nel XIII secolo, dopo la conquista del San Costino d’Arna contro il Templar Zee da parte dei cittadini della Valtiberina settentrionale. Fu edificato sul luogo di un’antica lavanderia romana (“Fullonica”), i cui resti si conservano sotto il pavimento.

Chiesa e Fortezza di Monteron

Come molti degli edifici dell’Ordine dei Templari, la Chiesa di San Bevignet ha una pianta rettangolare e uno stile semplice: presenta due portali con decorazioni minimali. La leggenda narra che fosse collegato alla Fortezza di Montreux tramite passaggi sotterranei. Oggi il castello ospita “Il Gradole”, un ottimo ristorante in una splendida location immersa in un’atmosfera romantica. È possibile pernottare in una delle sale medievali dell’hotel.

Interno della Chiesa di San Bevignet

L’interno della chiesa è ricco di murales e simboli, attraenti e attraenti. Nella decorazione delle pareti si possono distinguere quattro diverse mani. Tre di loro lavorarono nelle prime fasi della costruzione della chiesa (1260-1270).

Dipinti di Templari

La decorazione dell’affresco è classificata come la prima fase, in cui pittori locali, in stile popolare, dipingevano elementi simbolici comuni a molti templari (croci, stelle rappresentanti i 9 fondatori della serie, motivi floreali). In Tribuna troverete scene del Giudizio Universale, dell’Ultima Cena e alcuni dei Santi e del Culto Civile, come Bevignet e Fira Raniro Fassani. Quest’ultimo potrebbe essere stato un monaco perugino associato a Bevignet.

Dipinti del medioevo splendidamente conservati

Sull’altra facciata vediamo una vera testimonianza dell’arte dei Templari in Umbria. Nel punto più alto, lo spettacolo mostra scene della vita dei cavalieri in Terra Santa. Un leone porge il piede a San Girolamo e una battaglia tra Musulmani e Templari. Si vede chiaramente lo stendardo in nero su fondo bianco con i classici colori della “Croce Sofferente”. Nel 1280 fu dipinta la rotazione dei 12 apostoli. Ognuno di loro porta in mano una grande croce, che ricorda una fila di Templari.

READ  Belgio - L'Italia vuole aprire il turismo a metà maggio per salvare il settore

Qualche interesse per i Templari in Umbria

San Bevignet a Perugia, interni sobri

Il sito dove è stata costruita la Chiesa di San Bevignet ha bisogno di un’attenzione particolare. I Templari erano particolarmente attenti agli eventi esoterici. In quest’area dove è stata edificata la chiesa si possono distinguere tre zone: la prima all’ingresso, la seconda al centro e la terza alla canonica.

Chi entra in questa chiesa deve prima provare una sensazione di disagio, che questo disagio scompare nel centro della chiesa, e poi, in revisione, diventa benessere. Così, secondo san Bernardo di Clarevaux, il luogo di culto era visto non solo come luogo della rinascita di Cristo, ma anche come rinascita del corpo.

https://www.youtube.com/watch?v=nPNLfbpffbdc

Dov’è Chiesa di San Bevignet

Oggi la chiesa di San Bevignet non è più una chiesa santa. Attualmente la chiesa è temporaneamente chiusa per manutenzione straordinaria. Speriamo di tornare presto al vecchio status quo e di riaprire al pubblico.

Enrico Dolposo, 145, via Perugia