QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Clemente si è salvato la pelle a Monaco? “Il destino sembrava segnato, ma ora c’è una stamperia.” | Lega 1

Nel Derby Cote d’Azur contro il Nizza, Philippe Clement mercoledì ha segnato la sua quinta vittoria consecutiva con il Monaco. Le due vittorie su Rennes e Nizza, rivali dirette nella battaglia del calcio europeo, sono state della massima importanza.

“Era molto variabile per 15 su 15”, dice Jeffray. “Clement ha vinto le prime partite contro Lione, Marsiglia e Paris Saint-Germain, ma poi ha perso le partite successive”.

“Soprattutto la sconfitta contro lo Strasburgo, in cui il Monaco è stato pessimo, ha fatto arrabbiare il titolare Dmitriy Rybolovlev. Per lui il vitello è annegato. C’è stata una rivoluzione a tutto campo: l’amministratore delegato Oleg Petrov, il direttore sportivo Paul Mitchell e Klement pagheranno il conto. “

“Ma Clement è stato in grado di cambiare le cose con risultati sorprendenti. Nella grande vittoria contro il Paris Saint-Germain, il Monaco ha dimostrato di saper giocare a calcio e questo è ora confermato vincendo una serie di partite”.

Il Monaco ora è quinto, ma con tanti punti quanto il Rennes. Anche il Marsiglia è avanti di soli 6 punti. “Clement ha ancora una possibilità nel calcio europeo e persino un biglietto per la Champions League”, ha detto Jeffrey.

“Se l’avessi detto due mesi fa, nessuno ti avrebbe creduto. Le ultime 5 partite saranno molto emozionanti. Il Marsiglia gioca ancora in Europa e lì perderà molto potere. Clement ha solo concorrenza”.

“Sono davvero migliorato dall’eliminazione europea contro il Braga. Nei primi due mesi è stata una serie di partite di Lega, Coppa ed Europa League. Dall’eliminazione Clement ha una rosa al completo, i migliori sono in buona forma e il libro è il risultato”.

READ  Sly Marian Voss vince l'ottavo titolo mondiale di ciclocross dopo la battaglia tattica con Brand | Campionato mondiale di ciclocross femminile 2022

“Anche nel periodo in cui il suo destino sembrava inevitabile, l’allenatore è rimasto molto calmo, anche nelle conferenze stampa e nelle interviste. Ha saputo costruire una squadra come quella che c’è adesso”.

Ma il biglietto europeo non sarà scontato. “Ci sono ancora duri duelli contro Lille e Lens nell’ultima giornata di gioco. Se Clement volesse entrare in Champions League, non gli sarebbe permesso stare in trasferta 30-30. Lo sa anche: può lasciare un pochi punti”.