QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Dalle rigide regole di quarantena ai confini chiusi: gli archi globali dell’omikron .variabile

Sebbene la variante dell’omikron sia stata identificata per la prima volta solo mercoledì scorso, in Sudafrica, da allora ha suscitato grande preoccupazione tra gli esperti e i responsabili politici. Si dice che la variante sia altamente contagiosa e mostri molte più mutazioni rispetto al virus originale. Ciò potrebbe renderlo più resistente ai vaccini esistenti, sebbene siano necessari più dati per essere sicuri.

Venerdì la Commissione europea aveva già invitato gli Stati membri a sospendere il traffico aereo per i paesi sudafricani, ma a quel punto il virus surrogato aveva già raggiunto l’Europa. Il Belgio ha segnalato venerdì il suo primo caso di omicron. Alcuni casi sono stati rilevati anche in Germania, Regno Unito e Italia sabato. Il più grande blocco in Europa fino ad oggi è stato situato nei Paesi Bassi. Almeno tredici passeggeri su due voli dal Sud Africa sono risultati positivi venerdì.

Oltre a vietare l’ingresso di massa nelle aree del Sudafrica, diversi paesi hanno adottato ulteriori misure durante il fine settimana per contrastare l’avanzata della variante omikron. Ad esempio, il Regno Unito ha annunciato che d’ora in poi tutti i viaggiatori dovranno sottoporsi a un test PCR il secondo giorno dopo il loro arrivo. Fino a quando non otterranno il risultato, dovranno autoisolarsi in uno degli hotel “coronavirus” allestiti dal governo. Israele ha fatto un passo avanti e domenica sera ha chiuso i suoi confini a tutti gli stranieri.

READ  Questa alternativa ai sacchetti di plastica usa e getta è la più...