QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Delta Alternativa al Coronavirus: Spoiler contagioso e divertente

Il virus più contagioso a causa della mutazione ci rende difficile uscire dall’epidemia.

1) Perché non ce la facciamo con i vaccini quando abbiamo promesso?

La variante delta contagiosa è un punto di svolta. La mutazione del virus originale ha schiacciato le altre varianti tra aprile e giugno. Delta è diffuso in tutto il mondo e rappresenta il 100% delle infezioni in Belgio.

Il primo ministro Alexandre de Croo (Open VLD) ha dichiarato dopo il comitato consultivo che il coronavirus è diventato tre volte più contagioso dalla sua rapida avanzata da Wuhan, in Cina. La spiegazione scientifica è che il numero di riproduzione della variante delta – il numero di nuove infezioni che una persona infetta causerebbe se il virus fosse rilasciato – è 2,65 superiore al tipo originale di Wuhan. Ciò significa che il numero di riproduzione o il valore R della variabile delta è ora 6.5.

Questo numero ha conseguenze disastrose. Con il tipo Wuhan, sembrava che un tasso di vaccinazione del 75% della popolazione sarebbe stato sufficiente per l’immunità di gregge. Questo è quando l’epidemia si ferma perché non ci sono abbastanza persone suscettibili vicine l’una all’altra e il virus non si diffonde più attraverso nuove infezioni.

Da allora, il tasso di vaccinazione è diventato obsoleto a causa dell’alto tasso di infezione del virus. Con un valore R di 6,5, il numero di persone già vaccinate deve raggiungere il 95% per ottenere un’immunità sufficiente, secondo la simulazione di De Tijd. È molto difficile ottenere un rapporto di copertura elevato. C’è anche un requisito aggiuntivo. I vaccini devono anche proteggere almeno l’85% della popolazione dall’infezione (il grado di protezione o efficacia) per farcela attraverso una singola iniezione.

READ  Antidepressivo contro corona, misure corona e pressione sull'assistenza sanitaria

2) Come funzionano i vaccini?

I vaccini mRNA di Pfizer e Moderna sembrano vicini nella protezione contro l’infezione e il recupero. Ma molte persone sono state anche truffate con J&J e AstraZeneca. Gli studi sull’ultimo vaccino mostrano che offre solo il 65% di protezione dalle infezioni. Ciò rende matematicamente impossibile l’immunità di gruppo.

Questo resoconto sottolinea l’importanza del terzo colpo di supporto. Secondo una nuova ricerca britannica, un terzo colpo con Pfizer e AstraZeneca aumenta nuovamente la protezione contro l’infezione sintomatica di oltre il 90%. Ciò rende nuovamente possibile ottenere l’immunità di gregge mordendo la popolazione, sebbene ciò debba essere fatto per quasi tutti. Poiché è diventato evidente che un grande gruppo di persone è difficile da pungere, la domanda è se sia necessaria una protezione aggiuntiva come i copri bocca in autunno e in inverno. Spiega anche perché la tendenza alla vaccinazione obbligatoria sta guadagnando terreno.

3) Perché gli ospedali si stanno riempiendo di nuovo?

Lo scopo delle vaccinazioni è quello di proteggere dal ricovero e dalla morte. Funziona funziona. Nelle ultime due settimane, 291 (numeri al 9 novembre) sono stati vaccinati – su una popolazione di 8,6 milioni di vaccinati – e 203 di quelli che non l’hanno fatto – su una popolazione di 2,7 milioni sono finiti in unità di terapia intensiva. Un paziente corona standard in terapia intensiva ha 70 anni con una malattia di base, mentre è probabile che un paziente non vaccinato abbia 50 anni.


Un paziente corona standard in terapia intensiva ha 70 anni con una malattia di base, mentre è probabile che un paziente non vaccinato abbia 50 anni.

Grazie alle vaccinazioni, il legame tra infezione e carico di malattia è stato ridotto, ma purtroppo non interrotto. La circolazione del virus è talmente grande che sono troppi i ricoveri per consentire agli ospedali di unire le cure regolari a quelle del Covid.

I colpevoli sono la superinfezione. Le persone infette possono ancora infettarsi e trasmettere il virus. È una battuta d’arresto che le persone che sono state punzonate siano meno protette del previsto contro l’infezione e la sua trasmissione. Ciò significa che il virus continua a diffondersi in massa. Non sono solo persone non qualificate a somministrare il vaccino, anche se i problemi sarebbero meno gravi senza che venga deliberatamente evitato. Ci sono così tanti virus che anche i vaccini più vecchi e deboli vengono infettati e finiscono in ospedale. Sembra inoltre che la protezione diminuisca più rapidamente negli anziani.

2,8

un milione di persone

Nel nostro Paese, 2,8 milioni di persone non sono state vaccinate, compresi i bambini dai 5 ai 12 anni.

Nel nostro Paese sono stati vaccinati quasi nove adulti su dieci e tre quarti della popolazione. Questo è un buon risultato. Ma in numeri assoluti, significa che 2,8 milioni di persone, compresi i bambini dai 5 ai 12 anni, non sono ancora stati vaccinati. I tassi di infezione nell’istruzione primaria mostrano che mordere i bambini, non appena le autorità mediche lo consentono, può aiutare a contenere un’epidemia.

Troppe persone rimangono suscettibili e suscettibili al virus per raggiungere la fase endemica: le persone si ammalano e muoiono, ma le cure possono continuare.

4) Cosa ci riserva il virus?

L’attuale virus contiene un centinaio di mutazioni sulla variante delta originale. Gli esperti sottolineano che è difficile stimare quando una variante più adattativa, che è più infettiva o più in grado di sfuggire agli anticorpi nei nostri corpi, potrebbe espellere Delta. Dal Regno Unito arrivano segnali che una nuova specie più contagiosa è in arrivo. Anche se in passato sembrava che altre mutazioni avanzate fossero svanite. Gli esperti dicono che è positivo che la variabile delta rimanga dominante per molto tempo. I virus dell’influenza mutano più velocemente delle ombre, il che spiega la necessità di un vaccino antinfluenzale modificato ogni anno. Il boom più lento di Corona sta alimentando la speranza che i vaccini corona saranno più efficaci contro il virus, anche se nessuno osa escludere lo sciopero annuale della Corona.