QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Giorgia Meloni è ufficialmente la prima donna presidente del Consiglio d’Italia

EPA

Notizia NO

  • Helen D’Hanes

    Corrispondente Italia

  • Helen D’Hanes

    Corrispondente Italia

A meno di un mese dalle elezioni, l’Italia ha un nuovo gabinetto. Questa sera il presidente Mattarella ha chiesto a Giorgia Meloni di formare un governo, che ha accettato senza riserve, avendo già riempito dietro le quinte una lista di incarichi ministeriali.

Il presidente Mattarella è stato visibilmente soddisfatto del rapido progresso della costruzione:

Maloney formerà un gabinetto e il presidente è felice di averlo istituito rapidamente

Meloni presterà giuramento domani come prima donna presidente del Consiglio d’Italia. È stato il primo primo ministro di estrema destra del paese dalla seconda guerra mondiale.

Meloni non ha avuto vita facile durante la preparazione, poiché i suoi compagni di coalizione di destra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini hanno negoziato duramente per garantire il maggior numero possibile di ministeri per i loro partiti. Tuttavia, è riuscito a mantenere ciò che aveva promesso: la rapida formazione e il governo immediato dei tanti problemi che l’Italia deve affrontare.

Chi è Georgia Meloney? Guardalo in questo video di settembre:

Questa è Georgia Meloney

In una brevissima dichiarazione, Meloni ha annunciato stasera la sua lista di 24 ministri dopo aver parlato con il presidente. A parte il capo di governo donna, il gruppo non è un modello di uguaglianza di genere: solo sei dei 24 ministri sono donne.

Il secondo vicepremier è l’ex presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, collega di partito e confidente di Silvio Berlusconi. Diventa Ministro degli Affari Esteri. I media erano ancora scettici riguardo al post, poiché lo stesso Berlusconi aveva ripetutamente parlato favorevolmente di Vladimir Putin la scorsa settimana e sminuito il suo ruolo nella guerra in Ucraina.

Tuttavia, Meloni trova ancora Tajani adatto. Il politico 69enne è noto per essere filo-europeo, il che rassicurerebbe gli alleati europei dell’Italia.

Ministero delle nascite

Quanto alla cooperazione internazionale, il governo Meloni sarà pro-europeo e pro-Nato, come già accennato.

I valori conservatori della nuova squadra si riflettono nella nuova denominazione del Ministero della Famiglia e delle Pari Opportunità. Ora diventerà Ministero della Famiglia, delle Nascite e delle Pari Opportunità e sarà guidato dalla collega di partito di Meloni, Eugenia Rossella. “Lei è una femminista, ma le femministe non hanno mai visto l’aborto come un diritto”, ha detto in un’intervista ad agosto.

L’aborto era in cima all’agenda durante la stagione elettorale. L’ultraconservatore Meloni ha detto di non voler cambiare la legge italiana sull’aborto, ma di voler “dare alle donne il diritto di non abortire”.

Vuole che le donne che rimangono incinte per motivi economici ottengano un aiuto finanziario dal governo. Le organizzazioni femministe si oppongono fermamente a questo perché credono che il governo stia rendendo più difficile l’aborto.

Iniziare

Entro la fine di quest’anno sarà inoltre attuato un pacchetto di 55 riforme nell’ambito del piano europeo di ripresa dal coronavirus. Se il governo attuasse queste riforme troppo tardi, l’Italia potrebbe perdere quasi 20 miliardi di euro.

“Orgoglioso, prepotente, arrogante e offensivo”

Maloney è quindi pienamente interessato a iniziare il lavoro di governo nel suo gabinetto. Ma resta da vedere quanto sia costante la squadra. Anche durante il processo di creazione, la fiducia tra Meloni e Berlusconi è stata tesa, con lui che ha scritto in un promemoria che Meloni era “orgoglioso, prepotente, arrogante e offensivo”. Anche le recenti dichiarazioni di Berlusconi sulla sua amicizia con Putin non sono piaciute al nuovo presidente del Consiglio.

Salvini ha promesso agli italiani “cinque anni di stabilità politica” dopo la vittoria elettorale della destra, ma date le relazioni tese, pochi covano quell’illusione. La vita media di un armadietto italiano è di quattordici mesi.