QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Gli Stati Uniti hanno una nuova vacanza

Il 19 giugno, noto anche come Juneteenth, sarà ora un giorno festivo negli Stati Uniti. In questo giorno, gli americani commemorano l’abolizione della schiavitù. Il presidente Joe Biden ha firmato giovedì il disegno di legge che ha reso ufficiale la proposta.

La Camera dei Rappresentanti aveva già approvato il disegno di legge mercoledì con 415 voti contrari e 14 contrari. Quei 14 voti provenivano dai legislatori repubblicani.

Giovedì anche Biden ha dato il suo consenso, rendendo Juneteenth l’undicesima festa nazionale negli Stati Uniti. Juneteenth commemora la liberazione degli ultimi schiavi negli Stati Uniti il ​​19 giugno 1865 a Galveston, in Texas. Oggi è riconosciuto in quello stato dal 1980. Questo è già stato il caso in alcuni altri paesi. La richiesta di renderlo una festa nazionale è arrivata sulla scia delle continue proteste di Black Lives Matter contro il razzismo e l’eccessiva brutalità della polizia.

Biden ha detto che la firma del disegno di legge sarebbe stato uno dei momenti più onorevoli della sua presidenza. È anche la prima nuova festività americana dal 1983, quando il 17 gennaio fu battezzato Martin Luther King Day. Rendendo Juneteenth un giorno festivo, Biden ha detto, “tutti gli americani possono sentire il potere di questo giorno e imparare dalla nostra storia”.

La nuova legge entra in vigore immediatamente, il che significa che sabato prossimo sarà già il primo giugno ufficiale.

Foto: Reuters
READ  Filippine piange la morte di un cane eroe senza muso | all'estero