QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Grun: “Le nuove centrali nucleari non sono un tabù, ma devono essere sostenibili” (Bruxelles)

L’Explosive Energy Act sta alimentando le richieste di una nuova e moderna energia nucleare. Il capo dell’Open VLD Lachart chiede che “i Verdi cedano a questo”, altrimenti non ci sarà alcuna uscita nucleare. Il vicepremier Green de Sutter commenta una clausola verde.

Anche se il governo federale guidato dal primo ministro Alexandre de Croo (Open VLD) ha deciso alla fine di dicembre (fino a nuovo avviso) di attenersi allo schema. uscita nucleareOggigiorno l’attenzione è sempre più concentrata sulla seconda parte dell'”Accordo di Natale”: un impegno a indagare se l’energia nucleare debba essere riutilizzata in futuro, anche se prodotta da moderne centrali nucleari non ancora realizzate. Questo ha a che fare con una bolletta energetica esorbitante.

Tuttavia, l’annullamento della decisione di dicembre non è più un’opzione, come spiega il presidente di Open VLD Egbert Lachaert domenica. Non c’è quasi più scelta. Così è Engy. Siamo in ritardo per l’estensione nel 2025 (Dalle due centrali nucleari minori, editore) E se volessimo espandere un’altra fabbrica, costerebbe un sacco di soldi ai contribuenti. In effetti, il governo precedente avrebbe dovuto prendere questa decisione.

Condizione: nuova legge

Il suo partito era nel governo precedente – con il partito gemello MR, che poi forniva il primo ministro e il ministro competente, e oggi, nella persona del presidente Georges Louis Bushes, è un forte sostenitore dell’espansione delle centrali nucleari. . “Ma non avevo quella forza in quel momento”, ha detto Laschert.

Nei Paesi Bassi e in Francia hanno optato per il nucleare e Laschart vede che accadrà anche nel nostro Paese, anche se in futuro. “Dovremmo anche studiare come costruire nuovi reattori nucleari nel nostro Paese”. Solo: l’attuale legge sull’eliminazione graduale delle armi nucleari lo vieta, e durante l’accordo di Natale si è convenuto che non ci sarebbe stata alcuna revisione della legge. Ecco perché il capo del Partito Liberale vuole promulgare una nuova legge. Questo è il nostro caso. (…) I Verdi devono cedere. In caso contrario, non ci sarà alcuna uscita nucleare.

READ  I genitori di Protasevic chiedono pressioni internazionali per ottenere il rilascio del figlio: "Ti prego, aiutami a liberare mio figlio" | all'estero

Stato: Sostenibilità.

occupazione Notizie VTM Il vice primo ministro Gruen Petra de Sutter risponde. Oltre a implementare l’output principale concordato, Groen è disposto a “considerare anche le nuove tecnologie”. Il requisito è che siano sostenibili, secondo de Souter, questo non è il caso delle centrali nucleari oggi.

C’è stata una discussione all’interno del governo sulla ricerca sui reattori nucleari. Considereremo sostenibile la tecnologia che sarà necessaria in futuro. L’attuale problema dei rifiuti e della sicurezza è noto a tutti. Se potessimo sviluppare altre tecnologie in futuro, non diremmo loro “no”. Dobbiamo essere onesti sul fatto che attualmente non esiste un piano fattibile che riduca anche le emissioni di CO2.

Il governo ha stanziato un totale di 100 milioni di euro per questa ricerca. Ci vorrà molto tempo prima che questa nuova centrale nucleare possa essere costruita e messa in servizio. Secondo de Sutter, stiamo parlando di “dal 2040 al 2050”. ha sottolineato il Notizie VTM L’uscita dal nucleare non è un memoriale per il suo partito, ma piuttosto un passo verso le energie rinnovabili.

Ascolta anche il podcast “Great Equal” sulla domanda: possiamo fare a meno del nucleare?