QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Hartjee Rotterdam si è trasformato in un campo di battaglia in poche ore: un testimone oculare

Sono già appena passate le dodici del mattino quando la polizia antisommossa e le auto della polizia sfrecciano improvvisamente a tutta velocità sulla deserta Legpan venerdì sera. Un gruppo di uomini, vestiti di scuro, è arrivato di corsa qui a tutta velocità: la polizia li sta inseguendo. Gli agenti sembrano fare del loro meglio per portare questi ragazzi fuori dal centro della città. “Questa è un’emergenza” arriva dall’altoparlante di un camion. “Lascia questa zona.” Gli uomini scompaiono in un vicolo buio. L’atmosfera è cupa e la situazione non è chiara.

Un po’ più lontano, a Kruisplein vicino alla stazione centrale di Rotterdam, dei giovani stanno urlando in un appartamento. “Vai a casa”, gridò uno degli abitanti dell’appartamento di Calypso, con un’aria un po’ disperata. È come l’olio sul fuoco, aria che si sente già nel bel mezzo della città, dove venerdì sera sono scoppiati diversi incendi. “Andiamo, andiamo”, gridò uno dei ragazzi. Con tua madre malata di cancro. Dalle auto, altri chiamano anche i residenti. “Vieni allora, vieni allora.”

Dalla De Doelen Concert Hall, dove si è appena concluso un concerto, i visitatori guardano scioccati. Gli è stato detto di rimanere nell’edificio e di non essere troppo vicino alle finestre, come le era stato appena detto. “Se esci ora, è davvero a tuo rischio”, ha detto una delle guardie di sicurezza. “E stai attento.”

I passanti “normali” non appariranno più per strada. Sembra che rivoltosi, curiosi e centinaia di poliziotti abbiano invaso le strade. L’ordinanza di emergenza, che il sindaco Abu Talib ha ordinato frettolosamente venerdì sera, afferma che la maggior parte del centro città è un’area riservata fino alle 4.30 del mattino. Harte Rotterdam in poche ore si è trasformato in uno stato di polizia: otto plotoni di polizia antisommossa hanno marciato, polizia a cavallo, unità d’arresto schierate. Almeno 500 agenti devono riprendere il controllo di un gioco del gatto e del topo con i manifestanti che si sono precipitati in tutte le direzioni per ore. L’elicottero della polizia sorvola da ore la città.

READ  Il regolatore europeo approva due trattamenti per corona | scienza e pianeta

Spazio ai manifestanti

I problemi sono iniziati ore fa durante una manifestazione contro la politica di Corona su Coolsingel. Quella manifestazione non è stata ufficialmente notificata e non vi era alcuna autorizzazione ufficiale. Tuttavia, secondo il sindaco Abu Talib, ai manifestanti è stato dato spazio per “sfogare lo slancio”. Questo si è rivelato un errore.

A Coolsingel, vicino a Bijenkorf, le cose sfuggono di mano quando i manifestanti litigano con la polizia. La città è più affollata in questo periodo della settimana, ma lo shopping notturno è appena finito e il settore della ristorazione chiude alle otto. Così, la folla di persone che assistono alla manifestazione sfugge di mano, spesso con uno smartphone a portata di mano.

La notizia di Rotterdam si è diffusa rapidamente nel centro della città tramite i social media. La polizia avrebbe aperto il fuoco. Qualcuno sarebbe rimasto ferito. Poche ore dopo: la polizia avrebbe sparato colpi.