QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I biglietti aerei sporchi ed economici appartengono al passato

La compagnia aerea low cost irlandese Ryanair ha chiuso sabato la sua base a Zaventem. “Non torneremo fino a quando la tassa sull’aviazione belga non sarà abrogata”, ha affermato il CEO Michael O’Leary. Bruno Beuraend del think tank di Bruxelles Gracie non è sorpreso: Ryanair è diventata così potente da ricattare governi e gestori aeroportuali di tutta Europa. Ryanair monopolizza molte compagnie aeree e controlla anche molti aeroporti Lo sentiremo anche noi: i biglietti aerei economici e sporchi appartengono al passato.

Sam Oggy

La partenza di Ryanair da Zaventem è definitiva?

Bruno Burind: “Michael O’Leary dice di sì, ma forse Ryanair tornerà dopo l’inverno. Minacciando di partire o meno voli in tutta Europa. Ha fatto lo stesso spettacolo per i media a Londra, Budapest, Berlino e Francoforte come a Bruxelles Ma non lo fa Può arrampicare ovunque, perché poi ha gli aerei da tenere.

“Non sorprende che Ryanair lasci Zaventem. Questo aeroporto si sta concentrando maggiormente sui voli a lungo raggio. Sembra che la compagnia aerea si allontanerà dagli aeroporti principali e si concentrerà nuovamente su aeroporti più piccoli e lontani come Charleroi. Qui fanno molti più profitti “Bruxelles Sud Charleroi, come viene chiamata È ufficialmente la seconda base più redditizia di Ryanair, subito dopo Dublino. I margini di profitto sono maggiori rispetto agli aeroporti spagnoli e portoghesi, anche se i costi del lavoro sono notevolmente inferiori”.

Come è successo?

Buraid: “Ryanair controlla Charleroi e la regione vallona. Nel 2001 ho firmato un contratto con il governo vallone: ​​pagherà metà delle campagne di marketing di Ryanair in Belgio, sosterrà nuove rotte di volo, aiuterà a pagare l’addestramento dei piloti e i costi degli hotel del personale di bordo, ecc. Ryanair gestita è stata anche in grado di imporre un regime fiscale favorevole. Solo tra il 2001 e il 2004, 21 milioni di euro in fondi governativi sono confluiti in Ryanair.

Quando quindici anni fa la Commissione Europea ha indagato sul supporto aereo, venti aeroporti si sono rivelati sbagliati: ogni volta si trattava di supporto Ryanair. La Commissione Europea ha trovato aiuti governativi non autorizzati e Ryanair ha dovuto ripagare tutto, ma non lo ha mai fatto. Al contrario, ogni anno riceve ancora milioni di euro dalla regione vallona. Molto clemente anche il governo vallone: ​​a Zaventem il viaggiatore paga una tassa di 30 euro, a Charleroi solo 3 euro. Ryanair risparmia 27 euro a biglietto.

“Non sappiamo esattamente quanto sostegno governativo riceve Ryanair per il suo centro di Charleroi, ma margini di profitto eccezionalmente alti indicano che riceve più sussidi e deve pagare meno tasse che altrove in Europa. Per inciso, ha firmato un nuovo contratto con l’aeroporto e vi rimarrà fino all’anno 2028. Michael O’Leary non lo farebbe mai se non potesse fare soldi lì.

Avere una compagnia aerea low cost ha anche dei vantaggi, ovviamente. Nel 2019 l’aeroporto ha ricevuto più di otto milioni di passeggeri, prima dell’arrivo di Ryanair erano solo 85.000. L’azienda stima che il numero di posti di lavoro diretti e indiretti dentro e intorno all’aeroporto sia di circa 4.500. Di conseguenza, la regione vallona si trova in una posizione vulnerabile. Se si pensa anche solo ad aumentare le tasse, il management di Ryanair minaccia di andarsene. O’Leary non dovrebbe mai vivere una cosa del genere a Zaventem. Preferisce le zone deboli con un alto tasso di disoccupazione, perché lì può costruire una posizione di forza”.

Quindi il modello di business di Ryanair è in gran parte un aiuto del governo?

Buraind: “Certo. Secondo la European Airlines Association (AEA), Ryanair ha ricevuto 793 milioni di euro di aiuti governativi nell’anno finanziario 2011-12. L’utile netto in quel periodo era di 569 milioni. Quindi Ryanair non sarebbe in grado di sopravvivere senza quello assistenza.

La seconda importante spiegazione del successo della società è la politica degli acquisti. Ryanair ordina un tipo di aeromobile in blocco e ottiene un enorme sconto. Un ulteriore vantaggio è la riduzione dei costi di manutenzione e la formazione standardizzata dell’equipaggio. Inoltre, Ryanair può sostituire un aeromobile difettoso con un aeromobile identico senza dover cancellare i voli. L’aereo è ben mantenuto, il che rende Ryanair una delle compagnie aeree più sicure al mondo”.

BURIND: “Ryanair ha il monopolio di molte compagnie aeree ed è persino leader in molti aeroporti”.foto di Jeroen Los

nessuna crisi

Com’è la tariffa di Ryanair sulla scia della pandemia?

Burwind: “Ultimo anno fiscale (Scaduto il 31 marzo, ndr). Ha trasportato 97 milioni di passeggeri. È inferiore a quello del 2019-20, anno record con 149 milioni di clienti, ma quasi quattro volte quello del 2020-21. “In tempi economicamente difficili, è più probabile che i viaggiatori scelgano compagnie aeree che offrono tariffe economiche”, afferma il dipartimento, e c’è un punto importante. Anche il patrimonio netto è stato portato al livello del 2019.

“In ogni crisi si vede Ryanair cogliere l’opportunità di crescere. Nel 2001, dopo gli attentati dell’11 settembre, ha ordinato 155 aerei a Boeing a prezzi bassi. Sta ancora negoziando con Boeing per l’acquisto di nuovi aerei, a causa della crisi del il settore dell’aviazione non è mai stato così severo Ha anche acquisito slot negli aeroporti da compagnie aeree in bancarotta, come l’anno scorso da Alitalia, e ora anche la rumena Blue Air rischia il fallimento.

“A causa dei problemi con altre compagnie aeree, Ryanair può anche fare pressioni sui propri dipendenti affinché accettino nuove condizioni di lavoro meno favorevoli. Guadagnano meno, ma ottengono la sicurezza del lavoro. Questa è in realtà una forma di ricatto, perché è difficile per i dipendenti trovare lavoro altrove”.

umorismo A maggio ha segnalato condizioni di lavoro e salari bassi per il personale di cabina. Sorprendente: i costi del personale sono in realtà un gioco da ragazzi per Ryanair. O’Leary non deve assolutamente lesinare sugli stipendi.

Boraind: “Esatto. Le compagnie aeree low cost come Vueling e EasyJet pagano tariffe più alte e possono offrire biglietti economici.

“Tuttavia, non c’è via d’uscita per il personale. Le principali compagnie aeree sono in gravi difficoltà, quindi non possono andarci. Inoltre, non può bussare alla porta dei sindacati, perché Michael O’Leary e la direzione attuale sono nel 2005 i piloti irlandesi hanno ottenuto un aumento di stipendio del 3 per cento se non erano iscritti al sindacato e nel 2017 ha dato bonus compresi tra 5.000 e 10.000 euro a quelli senza un tessera socio.

“Quei membri sono sapientemente intimiditi: il rappresentante del sindacato a Charleroi ha dovuto rispondere alla commissione disciplinare di Dublino su tutto e niente”.

Quindi Ryanair è forte. Lo sentirà presto anche il viaggiatore?

Beureind: “Senza dubbio. L’azienda soffre sempre più dell’aumento dei costi energetici e delle tasse aeree in tutta Europa. Ma allo stesso tempo, ora ha il monopolio su una serie di rotte di volo e ha il controllo completo su molti aeroporti, come il uno a Charleroi. Di conseguenza, i prezzi dei biglietti sono in aumento. Non vedremo mai le tariffe economiche sporche in passato”.

Niente più biglietti di sola andata per Barcellona a 10€?

Beaureind: “Questo è ormai un ricordo del passato. Se confronti ora i prezzi, noterai che Ryanair non è sempre la più economica. Di recente volevo volare a Marsiglia: Brussels Airlines è riuscita a offrire biglietti più economici. Con Ryanair hai anche tutti i tipi di costi nascosti, come Bagaglio extra, se vuoi scegliere il tuo posto da solo, ecc. Si presenterà comunque come il più economico, ma non sarà sempre così.

© Homo

READ  Più di 40 prodotti fuori dagli scaffali a causa dei pesticidi: un elenco...