QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il fascicolo contro Andrew e Tristan Tate mostra come costrinsero le donne a fare sesso con la forza

Il fascicolo contro Andrew e Tristan Tate mostra come costrinsero le donne a fare sesso con la forza

L’influencer Andrew Tate e i suoi colleghi non hanno evitato minacce o violenze per costringere le donne a fare sesso. Qui figura il dossier della Procura rumena che la BBC ha potuto visionare. Nel dossier, che contiene centinaia di pagine di testimonianze e trascrizioni, si legge: “Ridurrò in schiavitù queste puttane”.

db

I fratelli britannico-americani Andrew e Tristan Tate sono sotto processo in Romania per traffico di esseri umani e formazione di un gruppo criminale organizzato, insieme ad altri due sospettati. Anche Andrew Tate è accusato di stupro. Negano tutte le accuse contro di loro.

Dopo aver terminato la sua carriera da pugile, Tate ha fondato una società di webcam nel Regno Unito, dove reclutava giovani donne seducendole e facendo loro realizzare video sessualmente espliciti. Gli spettatori pagavano tra $ 2 e $ 10 al minuto.

Le autorità rumene hanno arrestato la famiglia Tates, insieme a due donne di nazionalità rumena, alla fine di dicembre 2022. I quattro sono rimasti in prigione fino a quando un giudice di Bucarest non li ha posti agli arresti domiciliari alla fine di marzo. Sono stati rilasciati all’inizio di questo mese in attesa del processo.

All’inizio di quest’estate, i pubblici ministeri rumeni hanno affermato in una dichiarazione che i fratelli Tate hanno reclutato le loro presunte vittime ingannandole sulle loro intenzioni romantiche. Hanno poi portato le donne in una casa alla periferia di Bucarest, dove il gruppo le ha sfruttate sessualmente e costrette a produrre materiale pornografico attraverso la violenza fisica e la coercizione mentale.

Minacce e “multe”

Le 300 pagine di testimonianze e prove riportate forniscono una rara visione del processo.

Gli inquirenti affermano che l’accesso ai fondi ottenuti da OnlyFans era controllato da Georgiana Nagel, una dei due imputati rumeni nel caso Tates. I pubblici ministeri hanno affermato che lei pagava alle donne nei video di OnlyFans somme di denaro mensili, senza rivelare il reddito totale che guadagnavano.

Per i contenuti creati per TikTok, secondo la procura, i sospettati hanno prelevato il 50% o più del reddito. I testimoni affermano inoltre di essere stati costretti a produrre contenuti specifici secondo un programma rigoroso, sotto la minaccia di violenza verbale e fisica.

Andrew Tate dopo il suo rilascio dagli arresti domiciliari all’inizio di agosto.immagine ap

Il file riporta minacce di “romperti i denti” o di “finire all’obitorio” in messaggi di testo scritti, presumibilmente, da Nagel. È accusata anche di aver aggredito fisicamente la vittima, ma lei nega.

Secondo un testimone, le donne sorprese online sono state “multate” di circa il 10% del loro reddito per “reati” minori come restare fuori troppo a lungo durante una pausa, piangere durante una trasmissione in diretta o asciugarsi il naso durante una diretta streaming. . Considerata la somma di tutte queste multe, una delle donne avrebbe ora un debito di circa 4mila euro.

schiavizzare

Il file dei querelanti include anche trascrizioni di messaggi audio del 2020 – in cui Tristan Tate sembra dire che non voleva che le donne su siti come PornHub e OnlyFans avessero accesso ai loro account: “Non voglio che abbiano password, io non voglio che abbiano niente.In un altro testo, Tate il Giovane parla di lui“Schiavichiate quelle puttane” (Come vuole schiavizzare quelle puttane) “Li farò lavorare più ore. Almeno 10 o 12 ore al giorno.”

Né Andrew Tate ha paura degli insulti e delle minacce, come dimostrano altre lettere scritte. Nei messaggi con la presunta vittima utilizza minacce o riferimenti allo stupro o insulti come “puttana” o “puttana”.

Quando Tate suggerì il sesso di gruppo, la giovane donna rispose in diverse lettere, secondo il dossier. “Non faccio sesso con le ragazze. Non lo farò.” E poi: “Tesoro, devo brindare a questo. Non posso farlo senza alcol”. Si dice che Tate abbia risposto: “Non essere così fastidioso. Voglio vederti sottometterti a me”, e dopo un po’: “Stai zitto, stronza, farai come dico”.

violenza

Il file contiene anche testimonianze dettagliate sulla presunta violenza contro le donne di Andrew Tate. Una donna che lo accusa di stupro racconta di come lui le ha ordinato di spogliarsi ma di tenere le scarpe, e poi “le ha dato uno schiaffo in faccia”.

Ha dichiarato che non poteva rifiutare Tate perché lui le ha afferrato la testa durante il sesso, le ha detto che non voleva più messaggi negativi da lei, ha minacciato di metterla incinta e l’ha chiusa in casa. Secondo il pubblico ministero, “la presunta vittima piangeva ed era spaventata perché pensava che fosse capace di tutto”.

I Tate negano vigorosamente le accuse contro di loro. Un portavoce dei fratelli ha accusato la BBC di essere imparziale, affermando che c’erano “prove evidenti che indicavano la loro innocenza”, senza fornire dettagli o commentare le accuse specifiche.

In un’intervista con la BBC all’inizio di quest’anno, Andrew Tate ha negato con veemenza di essersi approfittato o di aver manipolato le donne. Ha detto di “non aver mai fatto del male a nessuno” e che il caso contro di lui era “totalmente inventato”. Ha anche ripetutamente affermato che i media e altri prendono alcuni dei suoi commenti fuori contesto e li aggregano in un modo che non riflette la realtà.

Potrebbero passare anni prima che venga raggiunta una sentenza nel caso giudiziario rumeno.

READ  25 anni di carcere per un soldato americano che ha sparato e ucciso un manifestante di Black Lives Matter | al di fuori