QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il gruppo dei medici invia una lettera ai parlamentari sulla legge sulla salute pubblica (Wpg)

Siamo molto preoccupati per la nuova proposta La legge corona permanente – Progetto di legge sul consolidamento giuridico delle misure Corona nella Legge sulla Sanità Pubblica (Wpg). Ecco perché abbiamo inviato la lettera qui sotto a tutti i membri della Camera dei Rappresentanti.

Caro deputato al Parlamento…

Questa settimana, il piano del Gabinetto per modificare la legge sulla salute pubblica (Wpg) sarà discusso a casa tua. Come gruppo di medici (con oltre 2.500 medici e professionisti sanitari altamente qualificati), siamo estremamente preoccupati per questo piano. Il piano è prematuro e le modifiche proposte influenzeranno inaccettabilmente la privacy fisica e la sicurezza delle persone sane e la privacy medica del rapporto medico-paziente, in un modo inaccettabile e senza precedenti in una democrazia. Di seguito spieghiamo brevemente queste obiezioni.

  1. Il disegno di legge è prematuro perché non c’è attesa per una valutazione completa delle misure adottate durante la crisi del Corona, nonostante i consigli urgenti in tal senso del Consiglio consultivo per imporre pressioni normative. Proprio in caso di modifiche di rilievo come proposte in questo disegno di legge, è assolutamente necessaria un’approfondita valutazione preventiva dal punto di vista della due diligence e della tutela dei diritti fondamentali. Questo è anche il caso perché non c’è più una situazione di crisi acuta, o anche quasi acuta, che può servire come scusa per saltare questa fase. L’efficacia e l’adeguatezza delle misure adottate durante la crisi non sono mai state dimostrate e la ricerca internazionale attualmente disponibile sull’impatto degli interventi non medici durante la crisi mostra il contrario. 1
  2. In termini di contenuto, è importante che il disegno di legge, senza alcuna evidenza di necessità, interferisca profondamente con la privacy del rapporto medico-paziente trasferendo in policy la decisione sull’utilizzo di misure che ledono gravemente la privacy delle persone sane e rimuovendo con il medico e il singolo cittadino. Di conseguenza, il consenso informato e il “processo decisionale congiunto”2 reso impossibile. In questo modo, anche i medici sono costretti a collaborare con queste procedure, anche se non le considerano nel migliore interesse dei loro pazienti. Questo va contro il giuramento del dottore. È anche più urgente, perché i politici non hanno una formazione medica e dovranno fare affidamento su esperti, che generalmente non possono operare in piena autonomia a causa della loro posizione e in questo caso ottengono molto più potere, di fatto incontrollato, che in una democrazia… accettabile. Indipendentemente da ciò, questi esperti saranno scientificamente interrogati strutturalmente, vedi il recente libro del professor Dr. Ronald Meester.3 Il rischio di decisioni sbagliate, con notevoli danni medici e sociali, diventa pericoloso per la vita. Quest’ultimo è stato purtroppo sufficientemente provato nella crisi passata e ci sono già prove sufficienti per questo.
  3. Esempi (non esaustivi) di misure per le quali non vi sono prove sufficienti o nulle di efficacia: misure a distanza, copri bocca, misure di igiene e protezione, quarantena, chiusura, coprifuoco e test obbligatori.
READ  Quando tua figlia ti dice cosa vede

Riteniamo che senza prove scientifiche inequivocabili dell’impatto positivo delle misure adottate sulla salute pubblica, queste modifiche legislative non dovrebbero essere attuate.

Siamo lieti di illustrarvi le nostre posizioni e attendiamo con impazienza i vostri contributi al dibattito parlamentare.

cordiali saluti,

A nome del Consiglio dell’Associazione Medici

  1. https://www.jclinepi.com/action/showPdf?pii=S0895-4356%2821%2900087-1
  2. https://www.knmg.nl/advies-Guidelines/ethische-toolkit/snel-wat-weten-1/medisch-ethische-reken-in-het-kort-1/Inform-consent-6.htm
  3. La scienza come nuova religione, Ten Have Publishers, 2022

Come dopo?

Dovremo imparare a convivere con i virus e ad affrontare le cause alla base di questa crisi. Questo è possibile con una politica orientata al rischio con misure contro Corona che causino il minor danno collaterale possibile, dove la salute è stimolata, la libertà di scelta e l’autodeterminazione sono fondamentali!
Puoi trovare i nostri approfondimenti e riferimenti alle fonti sul nostro sito Web tramite www.artsencollectief.nl/hoedanwel – Ti rimandiamo anche a Il messaggio che ti abbiamo inviato lo scorso gennaio

Sostienici, sii amico!
Insieme siamo più forti. Dalla paura alla fiducia!

Disclaimer: The Doctors Collective non è responsabile per il contenuto delle citate pagine dei terzi cui si fa riferimento. Condividere una pagina non significa che il gruppo di medici condivida tutte le visualizzazioni. Il gruppo di medici sostiene la raccolta e lo scambio senza censure di informazioni (mediche) al fine di stimolare una conversazione aperta/discussione scientifica.