QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il numero di persone contagiate dall’influenza è superiore alla scorsa settimana e l’epidemia non è ancora arrivata

Questo rappresenta un aumento rispetto alla settimana precedente, secondo i dati del Neville Health Institute. Un’epidemia si verifica quando più di 58 persone su 100.000 visitano il proprio medico con sintomi influenzali per almeno due settimane di seguito.

Raddoppia il numero dei casi di malattia

La scorsa settimana, i dati di Arbo Unie hanno mostrato che il numero di denunce di malattia era il doppio del numero di denunce di malattia nello stesso periodo nel 2021 e nel 2020 e un quarto in più rispetto agli anni precedenti la pandemia di Corona. Un’epidemia di influenza di solito inizia all’inizio dell’anno, ma è probabile che le misure della corona impediscano a lungo la diffusione del virus dell’influenza.

Dopo che le misure sono state revocate, il numero di casi di influenza è aumentato vertiginosamente. Da allora, le persone sono entrate in stretto contatto tra loro, rendendo più probabile la diffusione dei virus respiratori.

Non è una vera influenza

Tuttavia, la maggior parte delle persone che rimangono a casa con sintomi influenzali non si ammalano. Secondo il RIVM, si ottiene una vera influenza una volta ogni dieci anni. “Le persone spesso confondono l’influenza con un virus del raffreddore. Molte persone potrebbero aver dimenticato quanto hai preso l’influenza”.

Una pandemia influenzale dura in media nove settimane o più. Arbo Unie prevede che il numero di casi di influenza potrebbe diminuire a causa del bel tempo, perché di conseguenza i virus si diffondono facilmente.