QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il Senato degli Stati Uniti evita uno sciopero ferroviario su larga scala: “Evita un Natale disastroso” | All’estero

Giovedì, il Senato degli Stati Uniti ha approvato a maggioranza convincente (80-15) un disegno di legge dell’amministrazione Biden volto a scongiurare uno sciopero ferroviario su larga scala. Il Parlamento degli Stati Uniti ci è riuscito grazie a una legge del 1926 che consente di dirimere le controversie tra ferrovie e sindacati.

Per legge, i dipendenti riceveranno un aumento salariale di circa il 24% nei prossimi cinque anni, ma i sindacati lo hanno ritenuto insufficiente e hanno chiesto un congedo per malattia retribuito. La proposta, che va oltre i desideri dei sindacati ed è già stata approvata dalla Camera dei Rappresentanti, necessita solo della firma del presidente Joe Biden. Questo non dovrebbe causare alcun problema. Dopo il voto al Senato, Biden ha affermato che “lavorando insieme, abbiamo evitato un disastro natalizio nei nostri supermercati, nei nostri luoghi di lavoro e nelle nostre comunità”.

Le ferrovie erano ferme con i sindacati che minacciavano di scioperare. Secondo un gruppo di interesse, quasi 7.000 treni merci si fermeranno di conseguenza, con un costo stimato per l’economia statunitense di 2 miliardi di dollari (1,9 miliardi di euro) al giorno.

Questa è la prima volta dagli anni ’90 che il parlamento degli Stati Uniti ha utilizzato la legge secolare per risolvere una simile controversia commerciale. Secondo il New York Times, è notevole che Biden, che si definisce un “presidente pro-sindacato”, sia intervenuto in questo modo. Tuttavia, lo stesso Biden ha affermato che “le conseguenze di un potenziale sciopero erano semplicemente troppo grandi da sopportare per i lavoratori di tutto il paese”.