QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La fibra fermentata in avena, banane e legumi riduce il rischio di cancro ereditario del 60 per cento

Una dose giornaliera di fibra fermentabile può prevenire tutti i tipi di cancro nelle persone geneticamente predisposte alla malattia. L’effetto è stato così grande che ha sorpreso gli scienziati stessi.

La fibra che si trova nelle banane verdi, nei legumi e nell’avena, tra gli altri, ha un forte effetto protettivo sui tumori dello stomaco, dell’esofago, del dotto biliare, del pancreas e del duodeno. Ciò è emerso chiaramente dopo l’analisi dello studio internazionale CAPP2, a cui hanno partecipato quasi mille pazienti con sindrome di Lynch. Anche dieci anni dopo che le persone hanno smesso di assumere il supplemento, l’effetto è rimasto visibile. Scienziati delle università di Newcastle e Leeds hanno combinato i risultati sorprendenti di uno studio in doppio cieco di 10 anni con i dati del Cancer Registry UK. Pubblicato sulla rivista di settore Ricerca sulla prevenzione del cancro.

aspirina
Ricerche precedenti, basate sugli stessi dati, hanno rivelato già nel 2020 che l’assunzione di aspirina riduce del 50% il rischio di cancro al colon nelle persone con una predisposizione genetica a questa malattia. I dati ora mostrano anche che le fibre fermentabili riducono il rischio di tutti i tipi di cancro di oltre il 60%. Gli effetti sono particolarmente evidenti nella metà superiore dell’apparato digerente, afferma il professor John Mathers Università di Newcastle. “Questa è un’ottima notizia, anche perché questi tipi di cancro sono molto difficili da diagnosticare. I medici sono spesso in ritardo”.

fagioli e banane
“Puoi prendere la fibra fermentabile come integratore in polvere, ma può anche essere trovata in fagioli, legumi, avena e banane verdi. La dose giornaliera utilizzata nell’esperimento è equivalente a una banana. Man mano che la banana matura, la fibra fermentabile cambia in una sostanza che si scompone precocemente nel tratto digestivo”, spiega Mathers. Queste fibre sono carboidrati che finiscono nell’intestino crasso non digeriti. Lì viene scomposto (fermentato) dai batteri intestinali benefici e la flora intestinale (germe) viene modificata a causa della sua presenza. Queste fibre fermentate forniscono energia e sostanze nutritive e fanno bene alla salute”.

READ  Sempre più casi di scabbia nei Paesi Bassi: ecco come si conosce una malattia della pelle contagiosa: il radar

L’azione dell’aspirina e delle fibre fermentate
Crediamo che la fibra fermentabile riduca il rischio di cancro, perché i batteri hanno un effetto positivo sugli acidi biliari. Alcuni tipi di acidi biliari possono influenzare il DNA e alla fine portare al cancro. “Ma prima dobbiamo testare ulteriormente questa teoria”, dice Mathers.

Il professor Sir John Burn Università di Newcastle Risponde: “Abbiamo iniziato questo studio vent’anni fa. Speravamo che un gruppo di persone con una predisposizione genetica al cancro del colon ci aiutasse a studiare gli effetti positivi dell’aspirina e delle fibre fermentabili”.

L’ustione continua: “I pazienti con sindrome di Lynch hanno maggiori probabilità di sviluppare il cancro, quindi è stato molto bello vedere che l’aspirina e la fibra fermentabile hanno dimezzato il rischio. Istituto nazionale per l’eccellenza sanitaria e assistenziale Il NICE consiglia alle persone ad alto rischio di sviluppare il cancro di assumere l’aspirina sulla base della nostra ricerca. I risultati parlano da soli, aspirina e fibra fermentata. “

I fagioli e altri legumi sono una fonte di fibra fermentabile. Foto: foto di Elena

semplicemente fantastico
Tra il 1999 e il 2005, quasi 1.000 partecipanti allo studio hanno assunto quotidianamente aspirina, fibre fermentate in polvere o un placebo. Alla fine, 5 dei 463 partecipanti che hanno assunto la fibra hanno sviluppato una forma di cancro gastrointestinale. Mentre nel gruppo di controllo, almeno 21 dei 455 partecipanti hanno sviluppato un tipo simile di cancro. “I risultati sono sorprendenti. L’effetto protettivo nel tratto gastrointestinale superiore è stato inaspettatamente significativo”, ha affermato il professor Tim Bishop Università di Leeds.

Il team sta ora preparando lo studio internazionale CAPP3, che includerà più di 1.800 partecipanti con sindrome di Lynch. L’obiettivo principale è testare dosi di aspirina più basse e più sicure. Si spera che mantenga ancora il suo effetto protettivo anti-cancro.

READ  "Corona si trasforma in virus con un lieve raffreddore, la sfida è vivere in armonia con il virus"

Cos’è la fibra fermentata?
La fibra fermentabile, detta anche amido resistente, non può essere scomposta dall’apparato digerente. Quindi il corpo non assorbe la fibra come nutriente nel sangue, ma piuttosto trasporta il materiale non digerito nell’intestino crasso. Lì, questa fibra viene scomposta da batteri intestinali benefici (germi).

Questo processo è chiamato fermentazione. La fermentazione rilascia sostanze nutritive ed energia, che possono essere utilizzate dall’intestino e dal resto del corpo. Garantisce anche un flusso intestinale regolare, che è buono per i movimenti intestinali. Circa il 70 percento della fibra alimentare è fermentabile.

Quali prodotti sono ricchi di fibre fermentate?
Nello studio, la fibra fermentata è stata assunta come integratore (in polvere), ma la fibra si trova anche in tutti i tipi di alimenti. È importante che il cibo venga consumato freddo, altrimenti gran parte della fibra viene scomposta all’inizio dell’apparato digerente.

Questi prodotti sono ricchi di fibre fermentate:

  • avena
  • orzo
  • Banane verdi e gialle
  • Fagioli e legumi (cotti)
  • Riso freddo: si preferisce il riso integrale o integrale.
  • Patate e pasta bollite fredde
  • fecola di patate crude e fibra di mais ad alto contenuto di mais (non riscaldare o aggiungere entrambi dopo la cottura)