QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La guardia costiera filippina accusa la Cina di “manovre pericolose” contro una motovedetta  al di fuori

La guardia costiera filippina accusa la Cina di “manovre pericolose” contro una motovedetta al di fuori

La guardia costiera filippina ha accusato la Cina di aver effettuato “manovre pericolose” al largo delle coste dell’arcipelago. Secondo Manila, le navi della guardia costiera cinese hanno effettuato “quattro blocchi” contro una motovedetta filippina.

La BRP Teresa Magbanua è stata schierata all'inizio di febbraio per garantire la sicurezza dei pescatori filippini nell'area di Scarborough Reef nel Mar Cinese Meridionale, a circa 350 chilometri a ovest di Manila. Durante quella missione, quattro navi della Guardia costiera cinese hanno “seguito” la motovedetta, hanno detto le Filippine. L'ambasciata cinese a Manila al momento non ha commentato l'incidente.

© Agenzia France-Presse

Con sgomento di molti paesi vicini, la Cina rivendica quasi l’intero Mar Cinese Meridionale, un importante crocevia delle rotte commerciali marittime. L’area di Scarborough Reef è passata sotto il controllo cinese a scapito delle Filippine nel 2012, dopo uno scontro tra i due paesi. Nel 2016 un tribunale dell’Aia ha stabilito che i diritti della Cina nell’area non erano validi, ma Pechino ha rifiutato di riconoscere tale sentenza.

READ  Il Cremlino critica Navalny in isolamento per aver definito Putin un criminale | Guerra tra Ucraina e Russia